Zingari difesi dallo stato: ma chi aiuta gli italiani?

TRAPANI ore 07:08:00 del 13/02/2015 - Tipologia: Cultura, Economia, Politica

Zingari difesi dallo stato: ma chi aiuta gli italiani?

Zingari difesi dallo stato: ma chi aiuta gli italiani? Ecco perché il governo fa a “chi figli” e a “chi figliastri”.

Quello dei rom è un problema che esiste da sempre, e dipende dal fatto che la nostra società è tradizionalmente ostile al nomadismo. I nomadi vengono visti come un elemento di instabilità, chi non ha radici territoriali e non prende dimora fissa viene visto con sospetto e come una minaccia; si pensa che sia incivile, che non abbia rispetto per le regole, che rubi, che viva di elemosina. Purtroppo - bisogna ammetterlo - in molti casi queste cose sono anche vere.

Ora però, non pensiamo che si comportino così per il fatto di essere rom o perchè sono nomadi. Non è che il rispetto delle regole e delle norme di convivenza civile sia inscritto nel codice genetico dei rom e dei nomadi. E' solo che risentono di una ghettizzazione e quando ti senti ghettizzato diventi ostile alla società che ti "ospita". E' ovvio che se si destinassero soldi per migliorare la condizione dei campi rom, se magari gli si desse il riscaldamento smetterebbero di fare i fuochi e di bruciare la plastica, se i loro bambini andassero a scuola tutti i giorni invece che un giorno sì e uno no... si eviterebbero casi casi come quelli che sentiamo ogni giorno in tv. Ma è ovvio che queste cose costano soldi e siccome di soldi ce ne sono già pochi, chi pensa veramente di destinarli a loro? Qui c’è bisogno di chi aiuta gli italiani!

Le migrazioni degli zingari che hanno interessato l'Italia sono state principalmente tre: in seguito alla fine della Seconda guerra mondiale, dalla Croazia; tra fine degli anni sessanta e l'inizio degli anni settanta, in seguito al terremoto che devastò la Macedonia (Skopje), ed a partire dal 1987, con il grande esodo che ha visto i rom fuggire dalla guerra nella ex Jugoslavia, principalmente dalla Bosnia ed Erzegovina e dal Kosovo, e poi dalla fine del socialismo reale nei paesi dell'Europa orientale.

Si puo' dire che gli italiani siano un ramo del popolo Rom. Infatti, dopo l'approvazione dello Statuto Albertino, che primo in Europa garantiva la piena cittadinanza ad ebrei e zingari, questi affluirono in gran numero nel Regno di Sardegna prima e in quello di Italia poi. Per non parlare del grande afflusso di Rom balcanici che vennero assimilati alla popolazione italiana dopo il matrimonio di Vittorio Emanuele III con la principessa tsigana Elena di Montenegro. Oggi la percentuale di italiani di origine zingara e' praticamente incalcolabile ma dovrebbe essere una larga maggioranza, seppure si sia persa la lingua di origine. Da qui il famoso proverbio "italiani e Rom: una feccia, una razza".

Scritto da Gerardo

NEWS PRINCIPALI
Come AirBnB sta uccidendo la vera Napoli
Come AirBnB sta uccidendo la vera Napoli

-

Nei Quartieri Spagnoli il turismo gestito dalla piattaforma online sta scacciando i vecchi residenti. E gli storici “bassi” sono diventati un’attrazione folcloristica.
«I Quartieri Spagnoli a Napoli hanno goduto per anni di una cattiva nomea, ma...

Legittima Difesa sempre legittima: via libera entro FEBBRAIO
Legittima Difesa sempre legittima: via libera entro FEBBRAIO

-

Scaduto oggi il termine per la presentazione degli emendamenti in commissione Giustizia della Camera alla proposta di legge sulla riforma della Legittima difesa, già approvata dal Senato
La commissione Giustizia della Camera inizierà a votare gli emendamenti...

Salvini: reintrodurre GREMBIULE nelle scuole
Salvini: reintrodurre GREMBIULE nelle scuole

-

Il vicepresidente del Consiglio, Matteo Salvini, vorrebbe reintrodurre l’impiego della divisa scolastica negli istituti italiani
Si usa sempre meno. E sono in diminuzione gli istituti scolastici che richiedono...

Arresto di Battisti: serve veramente a qualcosa?
Arresto di Battisti: serve veramente a qualcosa?

-

Giorgio Bazzega, figlio di un poliziotto ucciso dalle BR, esce dal coro di felicitazioni per la fine della latitanza dell'ex terrorista. Perché le ferite degli Anni di Piombo potrebbe risanarle solo lo Stato, e certi linguaggi sono contro i nostri valori
Questo non è in alcun modo un articolo a sostegno di Cesare Battisti. Ma tale...

Aria di recessione, verso un golpe stile 2011?
Aria di recessione, verso un golpe stile 2011?

-

Serie tanto ripetute e brutte di perdite sui titoli, sia azionari che obbligazionari (e in quasi tutti i comparti dei portafogli dei fondi di investimento) si erano avute solo nel 1929.
Serie tanto ripetute e brutte di perdite sui titoli, sia azionari che...



Italia Blog | Contatti | Sitemap articoli

2013 Italia Blog - Tutti i diritti riservati