Tutte le TRAPPOLE usate dai supermercati per farci SPENDERE DI PIU'

(Firenze)ore 22:42:00 del 10/01/2018 - Tipologia: , Cronaca, Denunce, Economia

Tutte le TRAPPOLE usate dai supermercati per farci SPENDERE DI PIU'

“Acquista di più, spendi di meno”. Sembra che questo motto esista quasi da quando siamo nati. .

Il marketing, l’amministrazione aziendale, la psicologia e molte altre discipline studiano il comportamento degli acquirenti per assicurarsi di fargli spendere più di quanto hanno in mente. Alcune trappole sono ovvie, ma anche se crediamo di non essere ingenui, il nostro cervello si identifica facilmente con certe cose e che ci piaccia o no, tendiamo a cadere nel tranello dello shopping.

Grandi carrelli
I carrelli dei supermercati sono stati introdotti decenni fa, ma quello che è iniziato come una comodità per aiutare le persone a portare  la spesa senza problemi, è diventato uno strumento infallibile. Se pensiamo di aver notato che i carrelli dei supermercati sono più grandi, abbiamo ragione . Le aziende forniscono carrelli più grandi per darci l’impressione che ciò che acquistiamo non è abbastanza, perché l’idea di “carrello pieno, acquisti completi” è nella nostra testa, quindi non importa se abbiamo acquistato  più che abbastanza, se il carrello non è pieno , cercheremo altre cose da portare a casa.
Acquisti più costosi in vista

I prodotti che sono in vista sono solitamente i più costosi, mentre i più economici si trovano nella zona più bassa. Anche se a volte i costi variano a seconda della qualità dell’articolo, spesso i prodotti nei livelli inferiori sono buoni come i più costosi, ma sono relegati per generare più profitti per il negozio. Anche  nella sezione dedicata ai bambini, i prodotti più costosi vengono messi più in evidenza,in questo modo vengono notati di più  e sono i bambini stessi che  li trovano ed esercitano una pressione sui loro genitori per comprarli.   

Corridoi confusi

I corridoi principali dei supermercati si assomigliano sempre di modo che le persone si confondano e girovaghino mentre cercano ciò di cui hanno bisogno . Ovviamente, facendo ciò ci  costringono  a “trovare” cose di cui non abbiamo  realmente bisogno ma  che finiremo per comprare.
Aree di sosta

Ci sono negozi che ci invitano a fermarci più a lungo mettendo a disposizione piccole aree di riposo dallo shopping. Di solito si trovano nella sezione elettronica e mentre ci sediamo e guardiamo le tv e i videogiochi che abbiamo davanti,le nostre menti si predispongono ad acquistare di  più .

La musica non è tua amica Una delle scoperte più recenti è che la musica ci fa spendere di più . Questo non dovrebbe sorprendere se la ricetta perfetta per un bar è l’alta temperatura e la buona musica, ma  anche i supermercati non hanno perso tempo. È stato dimostrato che jazz, bossa nova e remix classici rilassano le persone e le mettono di buon umore, invitandole a spendere di più.

Se pensiamo che queste cose non ci accadano, che non ci lasciamo abbindolare così facilmente e che non spendiamo più del necessario, prestiamo attenzione alla prossima volta che facciamo la spesa, sicuramente canteremo una canzone che ci piace e metteremo una scatola di caramelle nell’ immenso carrello della spesa senza che ce  ne accorgiamo.

Da: QUi

Scritto da Gregorio

NEWS PRINCIPALI
Formigoni, nuovo processo per presunte tangenti nella sanita'
Formigoni, nuovo processo per presunte tangenti nella sanita'
(Firenze)
-

Nuovo processo per corruzione e turbativa d’asta nei confronti dell’ex governatore della Lombardia Roberto Formigoni.
Nuovo processo per corruzione e turbativa d’asta nei confronti dell’ex...

Ceronetti: il genio italiano TROPPO SCOMODO
Ceronetti: il genio italiano TROPPO SCOMODO
(Firenze)
-

I cosiddetti “grandi italiani”, ebbe a dire l’autore televisivo Diego Cugia, sono personaggi che normalmente gli italiani neppure conoscono: la maggior parte della popolazione non sa neppure chi siano, che faccia abbiano, per quale ragione debbano essere
I cosiddetti “grandi italiani”, ebbe a dire l’autore televisivo Diego Cugia,...

Luoghi pubblici: guinzaglio si, guinzaglio no?
Luoghi pubblici: guinzaglio si, guinzaglio no?
(Firenze)
-

Il 19 luglio scorso, a Villagrazia in provincia di Palermo, un pitbull ha staccato a morsi il braccio di una ragazza ventitreenne.
GUINZAGLIO SÌ O GUINZAGLIO NO? – DOPO I TRE CASI DI BAMBINI MORSI DAI CANI SI...

Bachelet: ecco chi e' veramente l'Alto Commissario ONU che accusa l'Italia di Razzismo
Bachelet: ecco chi e' veramente l'Alto Commissario ONU che accusa l'Italia di Razzismo
(Firenze)
-

La Bachelet, proprio l’ex presidente cilena che accusa l’Italia di razzismo, quando era ministro della Sanità introdusse una legge sulla sterilizzazione (anche non volontaria) in Cile.
La Bachelet, proprio l’ex presidente cilena che accusa l’Italia di razzismo,...

In nome della LIBERTA', puoi SUICIDARTI anche se non malato
In nome della LIBERTA', puoi SUICIDARTI anche se non malato
(Firenze)
-

Alice Whiting si è suicidata in California a 89 anni. Non era malata terminale e non poteva accedere alla “buona morte” statale.
Alice Whiting si è suicidata in California a 89 anni. Non era malata terminale e...



Italia Blog | Contatti | Sitemap articoli

2013 Italia Blog - Tutti i diritti riservati