Turismo Algeri

(Torino)ore 18:39:00 del 22/01/2018 - Tipologia: , Luoghi da visitare

Turismo Algeri

La parte più bassa, quella in prossimità del mare, per intenderci, ha subito parecchio l’influenza francese, dato che proprio qui si insediarono i funzionari coloniali..

COSA VEDERE ALGERI - Iniziamo con il dire che Algeri è la capitale dell’Algeria. In arabo, il nome della città significa “isole” e questo perché si fa riferimento a una piccola serie di isolotti che si trovano poco distanti dalla costa che, però, oggi non sono visibili dato che sono stati inglobati nel porto che, lo ricordiamo, è il più importante di tutto il Paese. Algeri, quindi, si configura come uno dei principali porti del Mar Mediterraneo e la sua baia è davvero molto famosa, anche perché alle sue spalle si può ammirare un pezzo della catena montuosa dell’Atlante.

COSA VEDERE ALGERI - La città ha quasi 3 milioni di abitanti e questo ne fa capire la grandezza e l’importanza nel contesto nazionale. Come spesso accade per le città di ispirazione araba, anche Algeri è divisa in 3 parti che sono completamente diverse l’una dall’altra e che sono molto interessanti da scoprire. La parte più bassa, quella in prossimità del mare, per intenderci, ha subito parecchio l’influenza francese, dato che proprio qui si insediarono i funzionari coloniali. In questa parte della città sembra proprio di stare in Francia: ci sono enormi boulevard, musei, chiese e quant’altro. Salendo, invece, verso i monti, si vede una Algeri più araba e autentica. Qui ci si addentra nella cosiddetta Casbah che risale al XVI secolo, per volontà degli ottomani. La terza parte della città, invece, ospita la periferia, sorta dopo la fine del colonialismo e ancora in espansione.

COSA VEDERE ALGERI - Quello che colpisce immediatamente di Algeri sono gli edifici in calce bianca che conferiscono alla località un’aria eterea e riflettono il sole forte che solo questa zona sa regalare. Grazie alla sua struttura urbana, Algeri si configura come una città in movimento contraddistinta da vicoli molto ripidi ma davvero caretteristici e numerose scalinate. Come si intuisce, la parte più interessante da visitare, come già anticipato, è quella della Casbah che è la parte più tradizionale, la vera anima di Algeri dove sorgono i monumenti più importanti della città, a partire dalle moschee, i musei, le antiche mura….

Monumenti spirituali

Per ciò che riguarda monumenti spirituali, ricordiamo importanti moschee del XVII secolo, come Ketchaoua, costruita nel 1794 da Dey Baba Hassan e affiancata da due minareti. Poi vi è la Moschea el Djedid, fatta costruire nel 1660 sotto comando del regno turco. Essa ha un' enorme cupola ovoidale e quattro piccole cupole. La moschea El Kébir, invece che è la più antica, fu fatta edificare da YoussefIbn Tachfin e poi successivamente ricostruita nel 1794.

I musei

Algeri ospita anche importanti musei, tra i quali: il Museo nazionale delle Belle Arti di Algeri, il più grande museo dell’Africa e del Medio Oriente, con una superficie ricca di una collezione di più di 8000 opere tra miniature, pitture, sculture, ceramiche, mobili, arti decorative e fotografie. Interessante da visitare è anche il Museo nazionale delle antichità e delle arti islamiche, un tempo chiamato Museo Stéphane Gsell, che comprende sia una sezione piena di oggetti sulla storia della città, e un'altra che è prettamente dedicata all'arte musulmana con pezzi di artigianato e archeologia del Maghreb, dell'Andalusia musulmana e del Medio Oriente. Possiamo ancora visitare il Museo Nazionale delle Arti e delle Tradizioni popolari, ospitato in un antico palazzo privato del XVI secolo nella Casbah bassa

Edifici di interesse vario

Bisogna però citare altri edifici di forte interesse quali ad esempio: il Santuario del Martire, che venne costruito nel 1982 sotto un progetto fatto dalla Scuola di Belle Arti di Algeri. Il suo intern è suggestivo in quanto vi è un vero e proprio luogo di raccoglimento per la memoria dei martiri della guerra d'indipendenza, chiamata la ''fiamma eterna''.

Scritto da Carla

NEWS PRINCIPALI
Foggia: i migranti pagavano 5 EURO per essere ACCOMPAGNATI a lavoro
Foggia: i migranti pagavano 5 EURO per essere ACCOMPAGNATI a lavoro
(Torino)
-

“Quando va bene il viaggio costa 5 euro, per il panino ne servono 3,50 e un euro e 50 per la bottiglietta d’acqua”. Marco Omizzolo, sociologo, responsabile scientifico della coop In Migrazione, enumera le cifre del caporalato.
“Quando va bene il viaggio costa 5 euro, per il panino ne servono 3,50 e un euro...

Posti da vedere Monterrey
Posti da vedere Monterrey
(Torino)
-

COSA VEDERE MONTERREY - Accanto al museo di storia trovate il Museo del palacio, all’intero di un sontuoso palazzo ottocentesco, il cui accesso si trova superata una lunga gradinata
COSA VEDERE MONTERREY - Viaggiate nelle Americhe e fate una sosta...

Posti da vedere Citta' del Messico
Posti da vedere Citta' del Messico
(Torino)
-

Teotihuacan, la città delle città, si visita sotto il cielo del Messico a circa 40 km da Mexico City. Patrimonio dell'Unesco, stesa su un'arida pianura è un inizio scenografico per entrare nella cultura Teotihuacan che qui aveva la sua capitale. Le due pi
COSA VEDERE CITTA' DEL MESSICO - Metropoli dalle mille anime (quella cosmopolita...

Luoghi da vedere Ottawa
Luoghi da vedere Ottawa
(Torino)
-

Il Canada Science and Technology Museum fu fondato nel 1967 ed è stato il primo museo interattivo del Canada
COSA VEDERE OTTAWA - Ottawa è una città del Canada della provincia dell’Ontario,...

Posti da vedere Vancouver
Posti da vedere Vancouver
(Torino)
-

A nord le imponenti montagne richiamano, soprattutto nel periodo invernale, un numero elevato di turisti, permettendo loro di divertirsi sulle piste da sci, oppure di dedicarsi a scalate e ad escursioni. Anche gli sport acquatici sono particolarmente diff
COSA VEDERE VANCOUVER - Secondo una classifica del settimanale inglese The...



Italia Blog | Contatti | Sitemap articoli

2013 Italia Blog - Tutti i diritti riservati