Troppo Caldo sul tuo posto di lavoro? PER LEGGE Puoi andare a casa!

(Bologna)ore 13:41:00 del 13/08/2017 - Tipologia: , Lavoro, Nuove Leggi

Troppo Caldo sul tuo posto di lavoro? PER LEGGE Puoi andare a casa!

Secondo la legislazione italiana, il datore di lavoro è tenuto a “monitorare le temperature all’interno di un ufficio come si monitorano gli altri agenti fisici..

Secondo la legislazione italiana, il datore di lavoro è tenuto a “monitorare le temperature all’interno di un ufficio come si monitorano gli altri agenti fisici. Non si parla di una temperatura precisa, ma si dice che ‘la temperatura nei locali di lavoro deve essere adeguata all’organismo umano tenuto conto dei metodi di lavoro applicati e degli sforzi fisici imposti ai lavoratori”. Se non lo è, il lavoratore può andare via.
In pratica, il datore di lavoro deve adottare tutte le misure idonee a prevenire sia i rischi insiti all'ambiente di lavoro, sia quelli derivanti da fattori esterni e inerenti al luogo in cui tale ambiente si trova, visto che la sicurezza del lavoratore è un bene di rilevanza costituzionale che impone al datore di anteporre al proprio profitto la sicurezza di chi esegue la prestazione.
"Tale principio - continua Staropoli - viene attuato nel Testo unico in materia di sicurezza sul lavoro (decreto legislativo 81/2008) in cui si introduce il concetto di agenti fisici e di microclima, che possono comportare rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori.

Insomma, bisogna monitorare le temperature all'interno di un ufficio come si monitorano gli altri agenti fisici". "Ma non si parla di una temperatura precisa - spiega l'esperto - si dice che 'la temperatura nei locali di lavoro deve essere adeguata all'organismo umano tenuto conto dei metodi di lavoro applicati e degli sforzi fisici imposti ai lavoratori". E 'quando non è conveniente modificare la temperatura di tutto l'ambiente, si deve provvedere alla difesa dei lavoratori contro le temperature troppo alte o troppo basse mediante misure tecniche localizzate o mezzi personali di protezione', si legge ancora.
In pratica, a parte un vecchio DPR (128/1959, articolo 281) che però fa riferimento solo agli ambienti di lavoro per Cave e Torbiere, la nostra legislazione non dà numeri e per fare un calcolo più preciso rimanda alla norma UNI-EN-ISO 7730: "Una norma scientifica - dice Staropoli - perché propone delle equazioni grazie alle quali, inserendo tantissimi parametri tra cui metri quadrati, numero di persone e pc in una stanza, umidità, ventilazione, ecc. si riesce a ottenere il valore di una temperatura adeguata o meno all'organismo umano".
Insomma, per riassumere, "non è che ci si può alzare la mattina, guardare quanti gradi ci sono e decidere di non andare al lavoro. Così come accade nel caso in cui faccia molto freddo, in una situazione estrema, devo chiedere e pretendere che il datore di lavoro verifichi se la temperatura sia adeguata".

Scritto da Gregorio

NEWS PRINCIPALI
Aumenti stipendi? ITALIA PEGGIORE IN EUROPA
Aumenti stipendi? ITALIA PEGGIORE IN EUROPA
(Bologna)
-

L’Italia non va al massimo, come un popolare ritornello di una canzone del rocker Vasco Rossi. Dal 1999 al 2017, nel nostro Paese gli stipendi degli italiani sono aumentati dell’1,6 per cento.
L’Italia non va al massimo, come un popolare ritornello di una canzone del...

Ronaldo alla Juve? Operai Fiat SENZA AUMENTI DA 10 ANNI
Ronaldo alla Juve? Operai Fiat SENZA AUMENTI DA 10 ANNI
(Bologna)
-

“Non c’è un aumento di paga base da 10 anni. Tutti gli stabilimenti sono in cassa integrazione”
“Non c’è un aumento di paga base da 10 anni. Tutti gli stabilimenti sono in...

Decreto DIGNITA': ecco i dettagli del provvedimento economico
Decreto DIGNITA': ecco i dettagli del provvedimento economico
(Bologna)
-

Il decreto dignità, primo provvedimento economico del governo Conte, è stato varato questa sera al Consiglio dei ministri.
Il decreto dignità, primo provvedimento economico del governo Conte, è stato...

Sono 10 MILIONI i nuovi POVERI in Italia
Sono 10 MILIONI i nuovi POVERI in Italia
(Bologna)
-

Sulla crescita della povertà tutto ciò che che oggi prevale è mistificazione. Innanzitutto i numeri: sono inferiori alla realtà o sono costruiti in modo da far apparire meno grave la situazione, scrive Giorgio Cremaschi su “Micromega”
Sulla crescita della povertà tutto ciò che che oggi prevale è mistificazione....

Entro 15 anni sparira' 1 mestiere su 2
Entro 15 anni sparira' 1 mestiere su 2
(Bologna)
-

Il lavoro di oggi? Sparirà. E quello di domani sarà diverso, gestito in tandem con le macchine. Sta cambiando tutto alla velocità della luce, ma nessuno ce lo sta dicendo: né la politica, né i media, né tantomeno la scuola.
Il lavoro di oggi? Sparirà. E quello di domani sarà diverso, gestito in tandem...



Italia Blog | Contatti | Sitemap articoli

2013 Italia Blog - Tutti i diritti riservati