Tragedia treno Milano: ennesima STRAGE STATALE ITALIANA

(Milano)ore 11:08:00 del 29/01/2018 - Tipologia: , Cronaca, Denunce

Tragedia treno Milano: ennesima STRAGE STATALE ITALIANA

Basta vedere quanti soldi si investono in grandi opere inutili (quelle che portano mazzette ai politici) e poi controllare quanti soldi si investono nella manutenzioni delle linee ferroviarie della provincia di milano (quello che ormai non portano più maz.

Basta vedere quanti soldi si investono in grandi opere inutili (quelle che portano mazzette ai politici) e poi controllare quanti soldi si investono nella manutenzioni delle linee ferroviarie della provincia di milano (quello che ormai non portano più mazzette ai politici)

Piu che "sogni sciocchi come il ponte sullo stretto" sono sogni sciocchi i voti che noi cittadini avevamo dato a politici parolai, collusi, e impegnati a tutelare solo i propri interessi e dei loro sodali....e questo e` uno dei molti e simili risultati che capitano ogni anno a noi semplici cittadini che vorremmo solo poter lavorare e vivere in pace, mentre lor signori fanno affari sulla nostra pelle. Ricordiamocelo il 4 marzo.

In questo paese non ci sono mai i soldi per le manutenzioni, per la prevenzione e per tutto ciò che serve ai cittadini per evitare disastri con conseguente perdita di vite umane, poi, però, vediamo che si spendono miliardi per opere che non vengono mai finite o cattedrali nel deserto che non servono a nulla tranne che a far ingrassare politici corrotti e i loro amici che le eseguono. Il 4 marzo ci offre una grande occasione per pulirci di questa sporcizia, vediamo di non perderla

All’origine del disastro ci sarebbe un cedimento strutturale di 20 centimetri di binario, circa 2 chilometri più indietro rispetto al luogo del deragliamento. Ma cosa lo ha provocato? È la causa o l’effetto? Su questo stanno lavorando i poliziotti del Noif, il nucleo specializzato negli incidenti ferroviari, che in giornata hanno effettuato due sopralluoghi e ne ha un terzo in programma per venerdì.

Rfi fa però sapere che “il treno diagnostico passa una volta ogni 15 giorni e una volta al mese vengono effettuati controlli a piedi”. E l’ultima volta che era passato sulla tratta interessata dal deragliamento di questa mattina era stato lo scorso 11 gennaio. Una tratta che, spiega il ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio, è “una linea fra le più frequentate e quindi più monitorate, a maggior ragione bisogna capire perché è accaduto”. Sulla rete lombarda Rfi, comunica l’azienda, investe ogni anno 270 milioni di euro, di cui 130 solo per i binari.

La dinamica: il binario che ha ceduto stava per essere sostituito – La rotaia che ha ceduto sulla linea Cremona-Milano stava per essere sostituita, come ha anticipato l’Ansa e apprende IlFatto.it da fonti Rfi. In quel tratto erano in programma lavori di manutenzione. Lo prova una fotografia scattata esattamente nel punto in cui è avvenuto il cedimento, un paio di chilometri prima di quello in cui il treno si è poi scomposto. In quel punto manca un pezzo di rotaia lungo una ventina di centimetri e al di sotto del binario si nota un piccolo cedimento del terreno. Accanto, invece, il tratto di rotaia nuova che avrebbe dovuto sostituire quella vecchia. A distanza di ore dall’incidente, inquirenti e investigatori hanno trovato e sequestrato il pezzo di binario (23 centimetri di lunghezza) che si è staccato dalla rotaia. È stato sbalzato a una ventina di metri di distanza. Sequestrata anche la scatola nera del treno, così come i vagoni, l’intera area in cui è avvenuto il deragliamento, oltre a tutti i documenti che riguardano la manutenzione e i lavori su quel tratto di binari. Nell’inchiesta sarà decisiva una super consulenza affidata dai pm a due esperti ingegneri che si sono anche già occupati di disastri ferroviari, compresa la strage di Viareggio

Scritto da Sasha

NEWS PRINCIPALI
L'antifascismo dei centri sociali: video INQUIETANTE del pestaggio militante Forza Nuova
L'antifascismo dei centri sociali: video INQUIETANTE del pestaggio militante Forza Nuova
(Milano)
-

Massimo Ursino è il responsabile provinciale di Forza Nuova di Palermo e proprio nella sua città è stato legato mani e piedi e pestato da antifascisti con il volto coperto, nella centrale via Dante.
Massimo Ursino è il responsabile provinciale di Forza Nuova di Palermo e proprio...

La Mafia e' stata ESERCITO DELLA CIA. ECCO LE PROVE SHOCK
La Mafia e' stata ESERCITO DELLA CIA. ECCO LE PROVE SHOCK
(Milano)
-

Si arriva alle stragi del 92, due magistrati siciliani stavano arrivando alle alte sfere del connubio stato mafia, l’esplosivo utilizzato in ambedue le stragi era di tipo militare e di produzione americana o inglese; un’altra incredibile coincidenza.
Nel 1942 la guerra pendeva dalla parte dei nazifascisti, il presidente degli...

E' un dato di fatto: il M5S non vigila sul rispetto delle regole interne!
E' un dato di fatto: il M5S non vigila sul rispetto delle regole interne!
(Milano)
-

La vecchia morale grillina di insultare ad ogni avviso di garanzia, si è infranta non appena hanno interessato massicciamente il M5S.Ma il quel partito,le dimissioni non si usano,sanno che nelle successive elezioni non verranno più rieletti e resistono.
La vecchia morale grillina di insultare ad ogni avviso di garanzia, si è...

Altra tassa occulta nella Bolletta della Luce: ecco CHI state pagando
Altra tassa occulta nella Bolletta della Luce: ecco CHI state pagando
(Milano)
-

Ormai in Italia a pagare i costi delle bollette elettriche sono rimasti solo i clienti privati. Entro il 2019 le utenze di prime e soprattutto seconde case saranno vessati da una nuova tassa occulta, utile per coprire i costi di 15 miliardi di euro per on
Ormai in Italia a pagare i costi delle bollette elettriche sono rimasti solo i...

Lobby delle armi esultano: record sparatorie nel 2018
Lobby delle armi esultano: record sparatorie nel 2018
(Milano)
-

Il 2018 potrebbe essere l’anno record per le sparatorie con conseguenti stragi di innocenti negli Stati Uniti.
Il 2018 potrebbe essere l’anno record per le sparatorie con conseguenti stragi...



Italia Blog | Contatti | Sitemap articoli

2013 Italia Blog - Tutti i diritti riservati