Terra dei Fuochi? Tumori infantili raddoppiati in 20 anni

(Napoli)ore 15:01:00 del 26/05/2017 - Tipologia: , Ambiente, Cronaca, Denunce, Salute

Terra dei Fuochi? Tumori infantili raddoppiati in 20 anni

Tumori infantili in Campania e nella Terra dei fuochi. Sono stati presentati i dati del Registro tumori infantili, che fanno riferimento al periodo 2008-2012, su 1,2 milioni di residenti di età inferiore ai 20 anni. Stando ai risultati dei medici, in Camp.

Tumori infantili in Campania e nella Terra dei fuochi. Sono stati presentati i dati del Registro tumori infantili, che fanno riferimento al periodo 2008-2012, su 1,2 milioni di residenti di età inferiore ai 20 anni. Stando ai risultati dei medici, in Campania i bambini e gli adolescenti si ammalano di tumore con la stessa frequenza che nel resto dell'Italia.

Non vi sarebbero nemmeno differenze geografiche significative tra le varie province, compresa la Terra dei Fuochi. L'unica eccezione riguarda i tumori della tiroide che hanno mostrato un eccesso d'incidenza statisticamente significativo, ma generalizzato alla regione.

Nuove diagnosi di tumore maligno

Secondo lo studio, le nuove diagnosi di tumore maligno registrate nel periodo 2008/2012 nella popolazione residente in Campania di età inferiore ai 20 anni sono state 1.324:

786 nei bambini (0-14 anni) su circa 950.000 residenti

538 negli adolescenti (15-19 anni) su circa 350.000 residenti

Per quanto riguarda la prima fascia d'età (0-14 anni) l'incidenza per l’insieme di tutti i tumori maligni è stata pari a 163,9 casi per milione/anno, del 3% inferiore al dato nazionale. Per la fascia 15-19, il tasso d’incidenza è stato di 293 casi per milione/anno. In questo caso, l'incidenza oncologica è risultata del 6% più elevata rispetto al dato nazionale, ma secondo i medici “tale scostamento (6 casi in più all’anno), non è risultato statisticamente significativo”.

Nuove diagnosi di tumore maligno

Secondo lo studio, le nuove diagnosi di tumore maligno registrate nel periodo 2008/2012 nella popolazione residente in Campania di età inferiore ai 20 anni sono state 1.324:

786 nei bambini (0-14 anni) su circa 950.000 residenti

538 negli adolescenti (15-19 anni) su circa 350.000 residenti

Per quanto riguarda la prima fascia d'età (0-14 anni) l'incidenza per l’insieme di tutti i tumori maligni è stata pari a 163,9 casi per milione/anno, del 3% inferiore al dato nazionale. Per la fascia 15-19, il tasso d’incidenza è stato di 293 casi per milione/anno. In questo caso, l'incidenza oncologica è risultata del 6% più elevata rispetto al dato nazionale, ma secondo i medici “tale scostamento (6 casi in più all’anno), non è risultato statisticamente significativo”.

I numeri del Santobono Pausilipon, l’ospedale pediatrico napoletano, raccontano uno spaventoso aumento dal 2010 ad oggi dell’incidenza di tumori solidi e leucemie: in sei anni, dal primo gennaio 2010 e fino a cinque giorni fa, il tasso di ricoveri di bimbi nel primo anno di vita è cresciuto del cinquanta per cento per la provincia di Napoli e del sessantotto per cento per quella casertana. L’allarme (più) rosso è per i bambini da zero a quattordici anni. A esplodere poi, sempre fra i piccoli della Terra dei fuochi, sono i tumori solidi, il cui numero sta ormai raggiungendo quello delle leucemie: 2.573 ricoveri per i primi, 2.725 per le seconde. Non bastasse tutto questo, aumentano anche gli interventi chirurgici per le complicanze pediatriche nei bimbi leucemici. Numeri che per l’ospedale sono riservati. Il 13 aprile 2014 chiedemmo a Vincenzo Poggi, primario dell’Oncoematologia al Pausilipon, se fossero cresciute mortalità e incidenza fra i bambini casertani e napoletani e lui replicò «la risposta secca è “no”. Perché i dati dell’“Associazione italiana ematologia e oncologia pediatrica” non dimostrano nessun aumento e neppure una particolare concentrazione in zone definibili sospette».

Scritto da Carmine

NEWS PRINCIPALI
Tonno in scatola: ecco le marche piu' sicure
Tonno in scatola: ecco le marche piu' sicure
(Napoli)
-

Un’indagine sviluppata da Greenpeace,sulla sostenibilità (che, se non controllata a dovere, genera problemi di sicurezza, salute e impatto negativo sull’ambiente e la sua biodiversità), e sulla sicurezza alimentare del tonno in scatola, rivela dei dettag
Questa indagine mette sotto al microscopio 14 aziende che, insieme, coprono...

Milano: 1 residente su 4 STRANIERO
Milano: 1 residente su 4 STRANIERO
(Napoli)
-

Gli abitanti di Milano oggi sono al 19% immigrati, contro il 9% della media italiana
Gli abitanti di Milano oggi sono al 19% immigrati, contro il 9% della media...

In Italia i RICCHI pagano MENO tasse di tutti: ALTRO CHE FLAT TAX
In Italia i RICCHI pagano MENO tasse di tutti: ALTRO CHE FLAT TAX
(Napoli)
-

Dagli anni Ottanta ad oggi quelle politiche fiscali hanno contagiato il mondo, Italia compresa, nonostante le critiche sempre più forti di molti autorevoli economisti
La favola della goccia. E la realtà della pagnotta. La prima è la fortunata...

Il Robin Hood ITALIANO: rubava ai ricchi per aiutare il popolo
Il Robin Hood ITALIANO: rubava ai ricchi per aiutare il popolo
(Napoli)
-

Il 17 Maggio 2018 si è spento un eroe italiano rimasto pressoché sconosciuto al grande pubblico: Era l'Italia dei primi anni del secondo dopoguerra.
Il 17 Maggio 2018 si è spento un eroe italiano rimasto pressoché sconosciuto al...

Meta' della RICCHEZZA MONDIALE in mano a soli 8 UOMINI
Meta' della RICCHEZZA MONDIALE in mano a soli 8 UOMINI
(Napoli)
-

Un pugno di uomini posseggono la ricchezza di oltre metà della popolazione mondiale, secondo un’analisi di Oxfam, la confederazione internazionale specializzata in aiuto umanitario e progetti di sviluppo.
Un pugno di uomini posseggono la ricchezza di oltre metà della popolazione...



Italia Blog | Contatti | Sitemap articoli

2013 Italia Blog - Tutti i diritti riservati