Tartellette vegane, come fare

(Bari)ore 15:08:00 del 24/01/2018 - Tipologia: , Cucina

Tartellette vegane, come fare

Le tartellette vegane farcite si possono conservare in frigorifero per massimo 2-3 giorni. È possibile realizzare precedentemente la frolla e congelarla..

Di grande effetto e sempre graditi da grandi e piccini sono i cestini di frutta. Questi piccoli pasticcini sono perfetti per allestire un buffet di compleanno o, più grandi, come dessert di fine pasto. Si possono realizzare in tanti modi anche vegan! Noi lo abbiamo fatto e ve li proponiamo in questa ricetta come tartellette vegane: realizzate con una frolla al burro vegano (miscelando latte di soia e olio di cocco) saranno fragranti e dal gusto avvolgente. Scoprite anche la delicatezza e la bontà della vellutata crema di farcitura in due gusti: all'arancia o al cioccolato. I vostri amici vegani non saranno gli unici ad apprezzare queste buonissime tartellette vegane!

Conservazione

Le tartellette vegane farcite si possono conservare in frigorifero per massimo 2-3 giorni. È possibile realizzare precedentemente la frolla e congelarla.

Consiglio

Potete realizzare la frolla il giorno prima per rendere più facile la lavorazione.

È possibile creare un ulteriore versione delle tortine realizzando una frolla al cacao, sostituendo 20 g di farina con 20 g di cacao. Inoltre è possibile aromatizzare la crema anche con zest d’arancia, cannella, rhum o crema di nocciole.

Ingredienti per 10/12 tartellette vegane:

400 gr di farina tipo 2 (semi-integrale)
180 gr di burro/margarina vegetale (o 80 gr di olio di girasole)
150 gr di zucchero integrale
qualche cucchiaio di latte vegetale (o succo di frutta chiaro)
buccia grattugiata di un limone
un pizzico di sale

Procedimento:

Per preparare le tartellette vegane, posizionate la farina, lo zucchero, la buccia di limone e il sale miscelati a fontana sul piano di lavoro. Riponete nel mezzo il burro vegetale a temperatura ambiente e incominciate ad incorporarlo nella farina impastando con le mani; vedrete che otterrete in breve una farina dall’aspetto “umido” composta da grandi fiocchi. Chi non vuole usare il burro vegetale o non l’ha a portata di mano, può sostituirlo con 80 gr di olio di girasole e 100 ml di acqua.

Ora aggiungete un paio di cucchiai di latte vegetale (di soia, riso o avena) e cominciate ad impastare velocemente (se usate l’olio di semi e l’acqua al posto del burro, il latte non serve). L’impasto risulterà un po’ appiccicoso ma non spaventatevi, avete fatto tutto giusto.

Completato velocemente questo passaggio, ricordatevi che non si deve lavorare troppo altrimenti il burro inizia con il calore delle mani a sciogliersi e il risultato finale sarà meno friabile e leggero, avvolgete l’impasto con la pellicola trasparente e posizionate in frigorifero per un’ora circa.

Prendete ora le formine da tartelletta e ungetele con poco burro vegetale o olio di semi e accendete il forno a 200 gradi.

Riprendete l’impasto delle tartellette vegane lasciato a riposare in frigorifero, infarinate il piano da lavoro e iniziate a stenderlo fino ad arrivare a circa 0,5 cm di spessore. Ritagliate dei cerchi poco più grandi delle formine con cui fodererete le stesse, facendoli aderire bene ai bordi e livellando se l’impasto risulta più alto. Bucherellate il fondo, stendete sopra un cucchiaino o più della marmellata da voi scelta.

Quando avrete finito questo passaggio, potrete impastare di nuovo tutti i ritagli (non si butta mai via nulla!), stendere di nuovo la pasta e ricavare i decori che possono essere le classiche striscioline ad altre forme fatte con le formine.

Infornate le tartellete vegane e cuocete per circa 20 minuti. I bordi dovranno essere ancora morbidi quando si sforneranno perché durante il raffreddamento si induriranno ancora di più. Lasciatele raffreddare e solo dopo togliete dalle formine.

Se avete scelto di procedere ad una cottura “in bianco” una volta stesa la pasta frolla procedete a cuocere per solo 10 minuti. Quando si è raffreddate guarnite con la vostra farcia preferita e completate queste deliziose crostatine vegane con frutta di stagione.

Nelle tre foto ci sono le tartellette vegane alla confettura con le classiche decorazioni, tartellette con cremoso al cioccolato e frutta fresca di stagione e cartellette (le più caloriche e festose) con crema di castagne, marron glaces, mandorle e cioccolato extrafondente. Buon appetito!

Scritto da Carla

NEWS PRINCIPALI
Come fare le Costine al forno
Come fare le Costine al forno
(Bari)
-

Potete prepararle il giorno prima cuocendole per 3 ore come indicato e finire la cottura senza carta alluminio per i 45 minuti indicati prima di servire
Un secondo piatto succulento, di quelli che ci si dimentica del bon ton a tavola...

Come fare la Zuppa d'orzo verdure e curcuma
Come fare la Zuppa d'orzo verdure e curcuma
(Bari)
-

Potete congelare la zuppa se avete utilizzato ingredienti freschi.
  Se siete tra coloro che amano i cibi semplici, genuini, che ci ricordano il...

Come fare la Ciambella al cioccolato
Come fare la Ciambella al cioccolato
(Bari)
-

Potete rendere la vostra ciambella ancora più golosa aggiungendo delle gocce di cioccolato all’impasto!
E’ soffice, profumata e dal sapore inconfondibile… quel sapore che ci riporta...

Pizzoccheri alla valtellinese: guida
Pizzoccheri alla valtellinese: guida
(Bari)
-

Per scoprire tutto il gusto autentico di questo primo piatto, seguite i passaggi e i suggerimenti per cucinare e condividere un favoloso piatto di pizzoccheri caldo e filante!
  Ci sono piatti genuini e sostanziosi in grado di scaldare pancia e cuore,...

Come fare le Polpette di platessa
Come fare le Polpette di platessa
(Bari)
-

Per accompagnare le polpette potete usare anche degli spinaci o della catalogna se preferite. Per aromatizzare l’impasto potete sostituire l’erba cipollina con del prezzemolo tritato.
  Le polpette non si rifiutano mai! Grandi e piccini ne vanno matti e con la...



Italia Blog | Contatti | Sitemap articoli

2013 Italia Blog - Tutti i diritti riservati