Senatrice PD vuole mandare in galera gli uomini che vanno con le squillo!

(Roma)ore 14:17:00 del 22/11/2016 - Tipologia: Denunce, Politica

Senatrice PD vuole mandare in galera gli uomini che vanno con le squillo!

Indipendentemente dalla volgare provocazione, questi s'inventano tasse e multe assurde per una sola, drammatica ragione: stanno finendo i soldi disponibili per lo Stato. Si sono ridotti - ci siamo ridotti - al classico raschiare il fondo del barile. Nel c.

Indipendentemente dalla volgare provocazione, questi s'inventano tasse e multe assurde per una sola, drammatica ragione: stanno finendo i soldi disponibili per lo Stato. Si sono ridotti - ci siamo ridotti - al classico raschiare il fondo del barile. Nel caso dell'Italia, il fondo del barilotto.

Degna allieva della Bodrini, questi sono i veri problemi degli italiani, da una politica fatta da marchettari cosa si può' aspettare?

Ci sono delle proposte di legge presentate in Parlamento che spesso vengono esposte con particolare genialità.

Siamo ovviamente ironici. Per esempo: Francesca Puglisi di mestiere fa la deputata del Pd e la responsabile scuola nella segreteria del Partito Democratico. Un pezzo grosso insomma. Una che da tempo si impegna contro chi va a prostitute. Per carità, ognuno combatte per ciò che vuole. Quello che colpisce sono i toni della presentazione: "Chi ha bisogno di fare sesso invece di andare da una prostituta si faccia una pugnetta!", ha detto candidamente.

La legge sulla prostituzione

La cosa interessante è che per limitare il ricorso alla professone più antica del mondo non pensa a multe per le prostutute o lotta allo sfruttamento. No: vuole colpire solo i clienti. Persone cui la deputata si è rivolta con quelle parole, diciamo, non proprio istituzionali, come riportato da Giuseppe Cruciani su Libero.

Insomma: se la voglia di sesso monta, non si ricorra alle donne e si pratichi auto-erotismo. La Puglisi infatti vuole far nascere una legge che prevede una multa da 2500 a 10mila euro per chi va a prostitute. Se poi uno è recidivo la pena passa ad un anno di carcere. La nuova legge prevede che la prima condanna al carcere può essere scontata ai lavori socialmente utili. Ma se il lavoro in comunità non funziona e il "criminale" torna di nuovo in strada alla ricerca di prostitute, allora "il lavoro di pubblica utilità può sostituire la pena non più di una volta". Cioè alla galera non si scappa.

Scritto da Samuele

NEWS PRINCIPALI
Sondaggi: 6 italiani su 10 NON vogliono l'immigrazione
Sondaggi: 6 italiani su 10 NON vogliono l'immigrazione
(Roma)
-

Censis: sei italiani su dieci non vogliono l’immigrazione
Sei italiani su dieci non vogliono immigrati extracomunitari, il 45% non ne...

Natale: la SOLITA storia degli imprenditori (PRENDITORI) degli italiani che non vogliono lavorare
Natale: la SOLITA storia degli imprenditori (PRENDITORI) degli italiani che non vogliono lavorare
(Roma)
-

Si avvicina il Natale, periodo in cui i politici pensano ai presepi e alle feste di fine anno negli asili, gli italiani alla busta paga e a come far quadrare i conti e le imprese a lamentarsi di non riuscire a trovare personale.
Si avvicina il Natale, periodo in cui i politici pensano ai presepi e alle feste...

5G: la tecnologia utilizzata anche dai militari e' PERICOLOSA PER LA SALUTE
5G: la tecnologia utilizzata anche dai militari e' PERICOLOSA PER LA SALUTE
(Roma)
-

Finalmente la sicurezza della tecnologia 5G viene messa in discussione
Nel caso non l’aveste notato, vi informo che i fascisti della tecnologia che...

Perquisizioni in casa Lega per riciclaggio di 49 milioni
Perquisizioni in casa Lega per riciclaggio di 49 milioni
(Roma)
-

Blitz della finanza a Bergamo nella sede dei commercialisti del partito dove è registrata l’associazione Più voci finanziata dal costruttore Luca Parnasi.
Non c'è pace per la Lega di Matteo Salvini. Dopo la notizia dell'indagine sul...

Salvini  : 400 euro al mese per i PADRI SEPARATI IN DIFFICOLTA'
Salvini : 400 euro al mese per i PADRI SEPARATI IN DIFFICOLTA'
(Roma)
-

“La Regione Lombardia dà 400 euro al mese di contributo ai padri separati. Conosco questa drammatica realtà e vorrei allargare a tutta l’Italia questo fondo
Il ministro dell'Interno e vicepremier del governo Conte, Matteo Salvini, ha...



Italia Blog | Contatti | Sitemap articoli

2013 Italia Blog - Tutti i diritti riservati