Proposta a 5stelle: divieto di fumo e patente SOSPESA per smartphone al volante

(Genova)ore 15:13:00 del 25/11/2018 - Tipologia: , Nuove Leggi, Politica

Proposta a 5stelle: divieto di fumo e patente SOSPESA per smartphone al volante

Divieto di fumo alla guida e sanzioni più aspre – fino alla sospensione della patente – per chi usa lo smartphone al volante: sono questi alcuni dei punti principali della proposta di legge del M5s per riformare il Codice della Strada .

Niente più fumo alla guida, pene più severe per chi usa lo smartphone al volante e per chi guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti o psicotrope. È quanto prevede una proposta di legge, che modifica il Codice della Strada, depositata dal MoVimento 5 Stelle, a prima firma Emanuele Scagliusi, con l’obiettivo di “limitare distrazioni e incidenti” e “tutelare tutti gli utenti della strada, soprattutto i più vulnerabili, tra cui pedoni e ciclisti”.

Il primo punto è quello riguardante le sanzioni per chi usa il cellulare alla guida, come spiega il sottosegretario ai Trasporti Michele Dell’Orco, inasprendo le multe “fino ad arrivare alla sospensione della patente”, sottolinea parlando con Fanpage.it. E ribadendo la necessità di approvare questa proposta in fretta, perché “serve più sicurezza sulle strade”, come ricorda su Twitter.

La proposta di legge del M5s prevede, in particolare, una modifica sulle sanzioni per chi usa il telefono alla guida, arrivando anche alla possibilità di “sospensione della patente di guida da uno a tre mesi”, come si legge nel testo del provvedimento. Inoltre, nel caso in cui lo “stesso soggetto compia un’ulteriore violazione nel corso di un biennio, è soggetto a una sanzione da euro 319 a euro 1.276 e alla sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida da due a sei mesi”. Un inasprimento delle sanzioni che riguarda non solo i telefoni, ma anche “computer portatili, notebook, tablet e dispositivi analoghi che comportino anche solo temporaneamente l’allontanamento delle mani dal volante di guida”.

A spiegare le motivazioni che hanno portato all’elaborazione della proposta è il primo firmatario Emanuele Scagliusi, attraverso una nota: “Ogni anno nel nostro Paese gli incidenti stradali causano oltre tremila vittime e ci costano 19,3 miliardi. I dati relativi ai primi mesi del 2018 non sono migliori dell'anno precedente, anzi, si registra un incremento dei morti sulle strade. Il maggior numero di questi incidenti avviene quando siamo distratti: ecco perché abbiamo deciso di inasprire le sanzioni per chi usa lo smartphone o altri dispositivi mobili alla guida, fino ad arrivare alla sospensione della patente. Lo facciamo attraverso una serie di modifiche al Codice della strada che vogliamo introdurre con una nuova proposta di legge presentata alla Camera e presto all'esame della commissione Trasporti”.

La proposta introduce anche il divieto di fumo alla guida e maggiori controlli, con sanzioni più aspre, per chi guida “sotto l’effetto di sostanze stupefacenti o psicotrope”. Ancora, come ricordano Guia Termini e Carlo Ugo De Girolamo, deputati del M5s in commissione Trasporti, si vogliono tutelare le esigenze degli “utenti che hanno esigenze prioritarie rispetto ad altri, i soggetti vulnerabili della strada”. La proposta introduce i ‘parcheggi rosa’ per le donne in gravidanza o con figli di età non superiore a un anno. Ancora, c’è la volontà di aggiungere un nuovo tipo di segnale verticale per inviare agli utenti messaggi di tipo sociale “o di sensibilizzazione su questioni di rilievo per la comunità, come il rispetto degli spazi per i disabili”. Infatti, “proprio a beneficio delle persone disabili, con queste modifiche prevediamo la gratuità del parcheggio nelle cosiddette ‘strisce blu' quando gli stalli riservati siano occupati. E per gli incivili che posteggiano l'auto davanti allo scivolo per disabili ci sarà una sottrazione maggiore di punti dalla patente”.

Da: QUI

Scritto da Luca

NEWS PRINCIPALI
Contanti, limiti anche a prestiti e regali tra parenti
Contanti, limiti anche a prestiti e regali tra parenti
(Genova)
-

LIMITE CONTANTI ANCHE A PRESTITI E REGALI TRA PARENTI - Con la Legge di Bilancio 2020 rischia di finire al bando la storica “busta” dei matrimoni.
LIMITE CONTANTI ANCHE A PRESTITI E REGALI TRA PARENTI - Con la Legge di Bilancio...

Concorsi universita': assunzioni per 2.400 docenti
Concorsi universita': assunzioni per 2.400 docenti
(Genova)
-

Lo sblocco delle assunzioni nelle università si avvicina.
UNIVERSITA', ASSUNZIONI 2400 DOCENTI - Dopo lo stop decretato dalla Legge di...

Batosta sulle patenti: cosa cambia sui pagamenti
Batosta sulle patenti: cosa cambia sui pagamenti
(Genova)
-

Revocata l'esenzione dell'imposta sulle lezioni per il conseguimento della patente di guida“
Patente, incubo aumenti per la batosta Iva: cosa cambia (e chi dovrà pagare)...

Dl fiscale e legge di bilancio approvati salvo intese: cosa cambia
Dl fiscale e legge di bilancio approvati salvo intese: cosa cambia
(Genova)
-

Ecco alcuni dei principali provvedimenti collegati alla manovra approvati dal Consiglio dei ministri questa notte, che hanno dato il via libera a Decreto fiscale e legge di Bilancio 2020.
MANOVRA, COSA CAMBIA CON L'APPROVAZIONE DI QUESTA NOTTE - Un lungo e...

Gioco d'azzardo: chi vince sempre, e' lo STATO
Gioco d'azzardo: chi vince sempre, e' lo STATO
(Genova)
-

LO STATO “GIOCA” SUGLI ITALIANI - Che il gioco d’azzardo fosse causa di problemi per tanti cittadini, ma fonte di guadagno per le casse dello Stato, grazie alle tasse applicate su tale attività, è cosa ormai risaputa.
LO STATO “GIOCA” SUGLI ITALIANI - Che il gioco d’azzardo fosse causa di problemi...



Italia Blog | Contatti | Sitemap articoli

2013 Italia Blog - Tutti i diritti riservati