Piromani ancora in azione: montagna ferita per roghi dolosi

FROSINONE ore 08:09:00 del 16/01/2015 - Tipologia: Cronaca, Salute

Piromani ancora in azione: montagna ferita per roghi dolosi

Piromani ancora in azione: montagna ferita per roghi dolosi | L’analisi di Italiano Sveglia.

La cura dell’ambiente è qualcosa che deve stare necessariamente a cuore in tutti noi, specialmente in questo periodo di grandi disagi ambientali. Prima la terra dei fuochi in Campania, poi l’Ilva, poi gli incendi dolosi non sono assolutamente fenomeni positivi per la nostra penisola. Ecco l’accaduto.

Un nuovo inferno di fuoco sui monti del Biellese: dalla Valle Elvo a Oropa, fino alla zona sotto le piste di Bielmonte. Per tutta la notte e la mattina di ieri le Prealpi sono state avvolte da una nube di fumo, visibile anche a decine di chilometri di distanza. A preoccupare maggiormente, nella mattinata, è stato l'incendio che a Bielmonte ha in parte intaccato un bosco di conifere. Nello spegnimento dei roghi, da quello sul Tracciolino a quello che sopra Oropa ha distrutto la macchia di ginestre e piccoli arbusti degli scoscesi pendii dei monti Becco e Cucco, sono state impegnate un centinaio di persone tra guardie forestali, vigili del fuoco e volontari dell'Antincendi Boschivi. Determinante il contributo dall'aria con gli elicotteri e due Canadair.

 Per il comandate della Forestale Valerio Cappello è eccessivo parlare di offensiva da parte dei piroMani. «Il forte vento di domenica, associato al suolo secco, ha creato le condizioni ideali per lo sviluppo degli incendi, che comunque sono certamente di natura dolosa. Purtroppo viene ancora praticata l'inutile e dannosa bruciatura dei pascoli nella convinzione che possa migliorare la fertilità del suolo». Il bilancio dei danni è ancora incompleto, ma gli ettari di boschi e pascoli andati in fumo sono alcune decine. Pesante il conto economico per le operazioni di spegnimento, che supererà i centomila euro a causa dell’uso di aerei ed elicotteri. E si indaga per individuare i piromani, che rischiano dai 4 ai 10 anni di reclusione.

Scritto da Gerardo

NEWS PRINCIPALI
Cozze pericolose: contaminazione batteria in tutta Italia
Cozze pericolose: contaminazione batteria in tutta Italia

-

Cozze ritirate dal mercato: è scattato in questi giorni in tutta Italia l’allarme per le cozze vive refrigerate che, secondo le analisi condotte sui mitili, sarebbero contaminate oltre i limiti consentiti dalla legge dal batterio Escherichia Coli.
Cozze ritirate dal mercato: è scattato in questi giorni in tutta Italia...

Forno a microonde: tutte le malattia collegate
Forno a microonde: tutte le malattia collegate

-

Durante la Seconda Guerra Mondiale , due scienziati hanno inventato un tubo a microonde chiamato magnetron .
Durante la Seconda Guerra Mondiale , due scienziati hanno inventato un tubo a...

Formigoni, nuovo processo per presunte tangenti nella sanita'
Formigoni, nuovo processo per presunte tangenti nella sanita'

-

Nuovo processo per corruzione e turbativa d’asta nei confronti dell’ex governatore della Lombardia Roberto Formigoni.
Nuovo processo per corruzione e turbativa d’asta nei confronti dell’ex...

Ceronetti: il genio italiano TROPPO SCOMODO
Ceronetti: il genio italiano TROPPO SCOMODO

-

I cosiddetti “grandi italiani”, ebbe a dire l’autore televisivo Diego Cugia, sono personaggi che normalmente gli italiani neppure conoscono: la maggior parte della popolazione non sa neppure chi siano, che faccia abbiano, per quale ragione debbano essere
I cosiddetti “grandi italiani”, ebbe a dire l’autore televisivo Diego Cugia,...

Luoghi pubblici: guinzaglio si, guinzaglio no?
Luoghi pubblici: guinzaglio si, guinzaglio no?

-

Il 19 luglio scorso, a Villagrazia in provincia di Palermo, un pitbull ha staccato a morsi il braccio di una ragazza ventitreenne.
GUINZAGLIO SÌ O GUINZAGLIO NO? – DOPO I TRE CASI DI BAMBINI MORSI DAI CANI SI...



Italia Blog | Contatti | Sitemap articoli

2013 Italia Blog - Tutti i diritti riservati