Paul Baccaglini, le società oscure

(Palermo)ore 23:12:00 del 17/03/2017 - Tipologia: , Calcio

Paul Baccaglini, le società oscure

Solo in Italia tolleriamo lo svolgimento di queste trattative, che dovrebbero essere serie e controllate, nell'oscurità più totale..

E' evidente che si tratta di una operazione di 'sgancio' di Zamparini dalle responsabilità del club. Probabilmente tutta riferita (entrata, uscita) allo stesso Zamparini.. Confezionata col personaggio TV che possa sempre, in caso le cose si mettessero male, essere giocato come evidente attore di un innocente scherzo. Altrimenti, lo scherzo sarà il fallimento del Palermo. Nel silenzio di una lega (e federazione) calcio, ormai trasformatesi in congreghe di incapaci o impresentabili. Va detto che a Palermo sono in buona compagnia. Al Milan la situazione non è migliore.

Cinesi che comperano, ma non hanno i soldi; un DJ che compera, ma con soldi non si sa di chi...
"A pensare male si fa peccato, ma spesso ci si indovina"
Ovvero "Io so, ma non ho le prove"

Solo in Italia tolleriamo lo svolgimento di queste trattative, che dovrebbero essere serie e controllate, nell'oscurità più totale.


Chi, in un altro Paese serio, potrebbe rispondere alla domanda "A quanto hai venduto?" con la frase "Sono ca**i miei!" e non ritrovarsi la polizia sottocasa mezz'ora dopo?
Vedrete che il Palermo finirà come il Parma, perché la storia sa tanto di deja vu, di ripetizione di fatti avvenuti già molte volte in Italia.

Due società con meno di tremila sterline di capitale, una cifra misteriosa che dovrà in qualche modo passare di mano per la cessione, un nuovo presidente con un effervescente passato da uomo dello spettacolo e un curriculum da uomo d’affari sul quale pesa più di un’incognita. Sembra uno scherzo televisivo, una boutade ben organizzata a favore di telecamera, una situazione paradossale che poteva andare in scena soltanto nella città che ha dato i natali a Giuseppe Balsamo, e cioè il fantomatico conte di Cagliostro. E invece è la mera cronaca di quello che sta succedendo a Palermo, dove qualche settimana fa Maurizio Zamparini aveva annunciato di essersi dimesso da presidente della squadra di calcio cittadina. “Entro quindici giorni verrà nominato un nuovo numero uno, che è membro e rappresentante di un fondo anglo-americano“, faceva sapere la società siciliana con una nota del 27 febbraio. Un buon segnale per la tifoseria rosanero, da tempo in guerra con il patron della squadra, che sembra ormai destinata alla retrocessione in serie B.

Scritto da Luca

NEWS PRINCIPALI
Razzismo negli stadi? IMPUNITO, alla Lega Calcio NON INTERESSA
Razzismo negli stadi? IMPUNITO, alla Lega Calcio NON INTERESSA
(Palermo)
-

Ora è ufficiale: il Giudice Sportivo ha emesso la sua sentenza sui cori discriminatori di Sampdoria-Napoli. E si tratta di una decisione che non possiamo che definire ridicola: 20mila euro di multa al club blucerchiato.
Ora è ufficiale: il Giudice Sportivo ha emesso la sua sentenza sui cori...

Speriamo in una BELLA e SANA squalifica per BUFFON!
Speriamo in una BELLA e SANA squalifica per BUFFON!
(Palermo)
-

Esistono due regolamenti: quello italiano dove la Juve regna sovrana e quello extra Italia dove il rigore era nettissimo. Fine della storia.
Esistono due regolamenti: quello italiano dove la Juve regna sovrana e quello...

Dopo il DISASTRO MONDIALI, cosa stanno facendo per RILANCIARE IL CALCIO ITALIANO?
Dopo il DISASTRO MONDIALI, cosa stanno facendo per RILANCIARE IL CALCIO ITALIANO?
(Palermo)
-

Il ricambio si è fermato. Ora si cerca di correre ai ripari. Con 200 centri federali e 1200 istruttori. Ma per i nuovi vivai serviranno anni
Il calcio italiano è morto il 9 luglio del 2006, all’Olympiastadion di Berlino....

Effetto SCANSUOLO? Ecco i rapporti tra JUVE e i vertici del SASSUOLO
Effetto SCANSUOLO? Ecco i rapporti tra JUVE e i vertici del SASSUOLO
(Palermo)
-

A pensar male, nel pallone italiano, si racconta la carriera di Giovanni Carnevali, proprietario di quattro aziende di marketing sportivo e direttore generale del Sassuolo di Giorgio Squinzi.
Carnevali è tante cose, tante facce, tante poltrone. E un legame solido con...

7ettimo titolo per la Juventus: ma c'e' qualcosa che NON QUADRA
7ettimo titolo per la Juventus: ma c'e' qualcosa che NON QUADRA
(Palermo)
-

Del resto, negli ultimi anni l’intreccio tra l’AIA e i Palazzi del potere calcistico è tornato a essere nuovamente “pericoloso”. Al punto che gli arbitri hanno addirittura ottenuto un componente con diritto di voto nel Consiglio federale.
La Juventus si appresta a vincere il settimo titolo consecutivo. Un filotto che,...



Italia Blog | Contatti | Sitemap articoli

2013 Italia Blog - Tutti i diritti riservati