Nonostante brogli e malavita, il PD HA PERSO

(Palermo)ore 18:42:00 del 13/11/2017 - Tipologia: , Denunce, Politica

Nonostante brogli e malavita, il PD HA PERSO

Come tutti i ladri a cui certa magistratura non presta la dovuta attenzione,mi sembra ovvio che continueranno a rubare senza alcuna remora:banche,governo,tasse,diritti,ma sopratutto giustizia,la loro tanto declamata giustizia,usata per coprire le loro piu.

Come tutti i ladri a cui certa magistratura non presta la dovuta attenzione,mi sembra ovvio che continueranno a rubare senza alcuna remora:banche,governo,tasse,diritti,ma sopratutto giustizia,la loro tanto declamata giustizia,usata per coprire le loro piu' oscene mascalzonate e manganellare chi si oppone. I fascisti o i mafiosi,in confronto,sono dei dilettanti.

Roba da denuncia penale immediata. D’altra parte hanno sempre fatto cosi e hanno vinto sempre così. Chiedetevi come mai nei seggi la maggior parte degli scrutatori avevano la spilla con falce e martello sul bavero e vi spiegherete tante cose. Adesso sono un po’ meno e i sinistri che mancano sono stati sostituiti dai grillini e diventerà un’altra storia infinita. Perché é vero che vengono chiamati dai comuni agli spogli ma secondo me chiamano solo quando mancano gli scrutinatori abituali perché al seggio io vedo quasi sempre le stesse persone. E per esperienza chi non vota rosso o grullino cerca di non accettare l’incarico anche perché di solito chiamano gente abbastanza impegnata con il suo lavoro che non é proprio interessato.

A finire inchiodato è uno dei neo deputati, Luca Sammartino, che adesso annuncia querele. Ma, al di là delle contro-denunce, sembra che una donna, ospite di una casa per anziani, sia stata accompagnata nel seggio speciale allestito nell'ospizio. La firma apposta non sarebbe quella della signora Piera, una 88enne che è impossibilitata a scrivere. Per far luce su tutto questo la procura di Catania ha già aperto un'inchiesta.

L'esponente Pd Luca Sammartino, primo degli eletti all'Assemblea regionale siciliana con quasi 33mila voti, ha già dato mandato ai propri legali di denunciare per diffamazionel'autore del video postato su Facebook che ha già spinto il pm di Catania Fabio Saponara ad aprire un'inchiesta. Nei sei minuti di girato (guarda qui) il nome del politico piddì viene accostato a un presunto caso di frode elettorale nel Comune di Gravina di Catania. Il filmato, diffuso sui meetup da un attivista grillino, è "raccontato" in prima persona da un uomo che si presenta come il figlio dell'anziana elettrice. La signora Piera è residente a Giardini Naxos (Messina) ma è domiciliata in una casa di cura di Gravina.

Scritto da Gerardo

NEWS PRINCIPALI
Giudici e professori salvati: FINTO taglio agli assegni d'oro
Giudici e professori salvati: FINTO taglio agli assegni d'oro
(Palermo)
-

Il ricalcolo contributivo avvantaggerà le categorie che si ritirano dal lavoro più tardi e con salari elevati
L'esperto di materia previdenziale Giuliano Cazzola lo aveva già spiegato sul...

5G  collegato a problemi di salute
5G collegato a problemi di salute
(Palermo)
-

La tecnologia di quinta generazione per le reti mobili, nota come 5G, è destinata a fare il suo debutto, quest'estate a Sacramento, CA - ma le velocità di connessione più veloci non sono le sole caratteristiche conosciute di questa nuova tecnologi
La tecnologia di quinta generazione per le reti mobili, nota come 5G, è...

Radar militari della NATO che uccidono gli italiani
Radar militari della NATO che uccidono gli italiani
(Palermo)
-

Siamo assediati da nemici invisibili e silenziosi:i potenti radar militari della NATO che uccidono lentamente con i loro impulsi a microonde.
“Aiutateci a non morire. Siamo assediati da un nemico invisibile e silenzioso:...

La Francia si MANGIA l'Africa: il bilancio dell'ORRORE
La Francia si MANGIA l'Africa: il bilancio dell'ORRORE
(Palermo)
-

Sapevate che molti paesi africani continuano a pagare una tassa coloniale alla Francia dalla loro indipendenza fino ad oggi?
Sapevate che molti paesi africani continuano a pagare una tassa coloniale alla...

Cognato di Renzi e fratelli: indagine rischia lo STOP
Cognato di Renzi e fratelli: indagine rischia lo STOP
(Palermo)
-

“A causa della riforma Orlando, buona parte” dell’indagine della Procura di Firenze sul cognato di Renzi, Andrea Conticini, sposato con sua sorella Matilde, e i fratelli Alessandro e Luca “con l’accusa di riciclaggio rischia di diventare carta straccia“.
“A causa della riforma Orlando, buona parte” dell’indagine della Procura di...



Italia Blog | Contatti | Sitemap articoli

2013 Italia Blog - Tutti i diritti riservati