NO a una Legge Elettorale Incostituzionale: FIRMA LA PETIZIONE

(Napoli)ore 08:25:00 del 06/10/2017 - Tipologia: , Denunce, Nuove Leggi, Politica

NO a una Legge Elettorale Incostituzionale: FIRMA LA PETIZIONE

Questa lettera è l’oggetto di una petizione rivolta ai capi-partito e promossa dal Fatto Quotidiano in collaborazione con Change.org (firma qui).

Malgrado due pronunce della Corte costituzionale, che hanno pesantemente censurato il Porcellum e l’Italicum… ancora una volta una ristretta oligarchia, composta dai capi dei principali partiti, potrà determinare la composizione delle Assemblee parlamentari, assegnando il seggio ai propri fedelissimi ed espropriando gli elettori della possibilità di scegliersi i propri rappresentanti… La volontà degli elettori viene ulteriormente manipolata attraverso una formula che favorisce coalizioni di facciata destinate a sciogliersi dopo il voto, a scapito delle formazioni non coalizzate e della pari dignità dei cittadini elettori… Facciamo appello alle elettrici e agli elettori a mobilitarsi per informare i cittadini… e fare arrivare ai partiti una disapprovazione forte e netta rispetto alle scelte che stanno discutendo in Parlamento.

Questa lettera è l’oggetto di una petizione rivolta ai capi-partito e promossa dal Fatto Quotidiano in collaborazione con Change.org (firma qui)

Truffa, non vi è altro da aggiungere, ma da simili delinquenti non ci si può aspettare altro! A loro le sentenze della Corte Costituzionale fanno un baffo! Siamo noi cittadini che dobbiamo farci sentire scendendo in piazza, che non ne possiamo più di queste solenni truffe, che servono solo a loro per preservare privilegi inauditi, che fanno a pugni con la democrazia!

La cosa ridicola è che molti continuano a non capire....Faranno una altra legge probabilmente incostituzionale, la consulta non farà in tempo a bocciarla e quindi le elezioni si faranno con questa legge che quando e se verrà annullata non avrà effetti sul parlamento che ha creato. Senza le preferenze o con solo una piccola quota di parlamentari eletti e non nominati non si rischia che ci sia un parlamento che si oppone a chi comanda veramente in Europa e non solo. Questo lo sanno, è tutto premeditato per evitare brutte sorprese. Potranno forse anche riproporre riforme costituzionali bocciate da referendum se due terzi dei parlamentari sono in accordo. Mi viene da ridere quando abbiamo ancora il coraggio di considerarci una democrazia e magari ci permettiamo anche di criticare altri paesi e di bollare i loro governi come dittature, loro almeno ne sono consapevoli.....

Scritto da Gerardo

NEWS PRINCIPALI
Italia ultima in Europa per retribuzione reale dei giovani laureati
Italia ultima in Europa per retribuzione reale dei giovani laureati
(Napoli)
-

L’indagine della società di consulenza Willis Towers Watson ha riguardato principalmente i dipendenti di aziende multinazionali
I giovani laureati italiani, tenendo conto anche delle imposte e del costo della...

Terremoto Emilia, colpa delle trivelle?
Terremoto Emilia, colpa delle trivelle?
(Napoli)
-

Terremoto in Emilia: 27 morti, nel maggio 2012, per colpa di operazioni imprudenti, a caccia di “shale oil” nel sottosuolo?
Terremoto in Emilia: 27 morti, nel maggio 2012, per colpa di operazioni...

Dai sindacati ai pastori sardi, ora la gente e' INCAZZATA davvero col governo gialloverde
Dai sindacati ai pastori sardi, ora la gente e' INCAZZATA davvero col governo gialloverde
(Napoli)
-

Sembra un capitolo del romanzo Serotonina, una scena da Gilet Gialli francesi e invece è qui.
Signore e signori, è iniziata l’opposizione. Non solo l’opposizione parlamentare...

Reddito di Cittadinanza? AUMENTATE GLI STIPENDI piuttosto, e tornate sulla TERRA!
Reddito di Cittadinanza? AUMENTATE GLI STIPENDI piuttosto, e tornate sulla TERRA!
(Napoli)
-

Reddito di cittadinanza troppo alto o piuttosto stipendi troppo bassi? La frenata del pil italiano è legata a doppio filo a una domanda interna stagnante anche per colpa dei bassi salari.
Reddito di cittadinanza troppo alto o piuttosto stipendi troppo...

Il Sud e' un posto dove si lavora TROPPO per TROPPO POCO: ALTRO CHE NULLAFACENTI
Il Sud e' un posto dove si lavora TROPPO per TROPPO POCO: ALTRO CHE NULLAFACENTI
(Napoli)
-

Il Sud è stato raccontato come il territorio dei nullafacenti che aspirano al sussidio. Converrà rovesciare il punto di vista. È il luogo dove si fanno 800 chilometri per conquistarsi un contratto.
La politica che si interroga sui motivi della rivolta elettorale del Sud...



Italia Blog | Contatti | Sitemap articoli

2013 Italia Blog - Tutti i diritti riservati