News immigrazione: cure gratis in ospedale per un clandestino albanese!

MODENA ore 18:39:00 del 16/06/2015 - Tipologia: Denunce - Immigrazione

News immigrazione: cure gratis in ospedale per un clandestino albanese!

News immigrazione: cure gratis in ospedale per un clandestino albanese! Ferito in un conflitto a fuoco e rimasto immobilizzato alle gambe, decide di venire in Italia per farsi curare gratis.

Ferito in un conflitto a fuoco e rimasto immobilizzato alle gambe, decide di venire in Italia per farsi curare gratis. Entra illegalmente dall' Albania e arriva a Modena, all' ospedale lo accolgono come un paziente qualsiasi e lì è ricoverato da un mese, in attesa di essere trasferito in un centro specializzato. Ha dell' incredibile il caso di un giovane albanese che da una delle città della penisola balcanica è sbarcato in Emilia a bordo di un' ambulanza, è stato scaricato da un medico davanti al nosocomio e, senza domande di sorta, è stato sistemato in un letto, in attesa di analisi.

Chi sia, da dove venga e, soprattutto, come mai sia stato coinvolto in una sparatoria che lo ha reso disabile, l' Ausl di Modena non se l' è chiesto: il posto libero c' era e, dunque, via al percorso di cure. Nessuno immagini scene da E.R., però: l' uomo non è arrivato sanguinante, in fin di vita. Al contrario, la sparatoria che lo avrebbe ridotto paraplegico, con un proiettile finito dritto nella schiena, risalirebbe a diverso tempo prima. Ma visto che in Albania la sanità pubblica è arretrata e che i centri di cura privati costano cifre impossibili, con tutta calma, l' organizzatissimo paziente ha scelto di venire in Italia, per farsi curare senza spendere nulla. E non ha fatto una scelta a caso: consigliato da alcuni parenti, peraltro ben informati, ha optato per l' ospedale Baggiovara di Modena, tra i più rinomati in Emilia Romagna per il suo Trauma Center all' avanguardia.

Accertamenti? Controlli che non si tratti di un noto delinquente della mafia albanese? Nient' affatto: l' Ausl, avrebbe semplicemente avviato i contatti con le autorità d' oltremare, ma a quanto sembra, visto che l' azienda interpellata non ha fornito risposte ufficiali, ancora non si saprebbe nulla di certo. Del suo arrivo nel nostro Paese non ci sarebbero tracce e, a mancare, sarebbe in particolare il visto che l' ambasciata albanese rilascia per cure mediche. Un documento, per nulla facile da ottenere, ma necessario per gli albanesi che intendano recarsi in area Schengen per motivi sanitari. Senza quel documento che regola anche i rapporti tra i due Paesi, l' uomo non sarebbe nemmeno potuto partire. Di certo, dunque, non si tratta di uno sprovveduto né di un indigente: un viaggio dall' Albania a bordo di un mezzo di soccorso, con un medico, senza lo straccio di un permesso, non dev' essere faccenda proprio a buon mercato.

Ora che è in Italia, sottoposto, da clandestino, alle migliori cure, l' uomo sarebbe comunque intenzionato a regolarizzare la posizione e, come fanno sempre sapere dall' Ausl, con l' aiuto di un legale avrebbe avanzato la richiesta di un permesso di soggiorno, che probabilmente otterrà per motivi sanitari. Anche perché l' intenzione è quella di proseguire le terapie, rimanendo nel nostro Paese: dopo il reparto di chirurgia riabilitativa in cui si trova da settimane, la sanità modenese sta valutando per lui un trasferimento in un centro specializzato per il tipo di cure di cui necessita. Tutto normale, insomma: l' eccellenza sanitaria italiana vuole dare buona prova di sé. E, proprio come si trattasse di un caso uManitario in carico ad un' Ong, il misterioso clandestino sarà riabilitato, del tutto gratuitamente, a carico del sistema sanitario nazionale. Le risposte sulla sua identità e sul suo ingresso in Italia, arriveranno con i loro tempi. Tanto, malissimo che vada, per lui la punizione sarà un decreto d' espulsione, di cui fare prontamente carta straccia.

Scritto da Gerardo

NEWS PRINCIPALI
Italia in declino da 25 anni: le PRIVATIZZAZIONI hanno ucciso il Paese
Italia in declino da 25 anni: le PRIVATIZZAZIONI hanno ucciso il Paese

-

E’ opinione diffusa tra gli accoliti della sinistra italiana che i mali economici del Belpaese siano stati in larga misura acuiti e creati dai governi presieduti da Silvio Berlusconi.
E’ opinione diffusa tra gli accoliti della sinistra italiana che i mali...

Bollette della luce: ecco la cifra che dovremo PAGARE PER GLI UTENTI MOROSI
Bollette della luce: ecco la cifra che dovremo PAGARE PER GLI UTENTI MOROSI

-

L’AEGSI HA EMESSO UNA DELIBERA CHE PREVEDE IL RECUPERO DELLE MOROSITÀ DERIVATE DALLE BOLLETTE DELLA LUCE NONO PAGATE, A CARICO DI TUTTA LA COLLETTIVITÀ.
L’AEGSI HA EMESSO UNA DELIBERA CHE PREVEDE IL RECUPERO DELLE MOROSITÀ DERIVATE...

Ma quale antifascismo! Gli italiani vogliono LAVORO, MENO TASSE E TUTELA FAMIGLIA!
Ma quale antifascismo! Gli italiani vogliono LAVORO, MENO TASSE E TUTELA FAMIGLIA!

-

Altro che antifascismo. I temi centrali per gli italiani sono il lavoro, il contrasto alla disoccupazione e la lotta al precariato
Altro che antifascismo. I temi centrali per gli italiani sono il lavoro, il...

RIP sovranita' alimentare: Juncker autorizza gli Ogm nella UE
RIP sovranita' alimentare: Juncker autorizza gli Ogm nella UE

-

Il grosso vantaggio dell’Ue per le lobby finanziarie e industriali è che è molto più facile influenzare un potere centrale che i singoli governi dei 28 paesi membri.
JUNCKER (PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE EUROPEA) AUTORIZZA BEN 19 TIPOLOGIE DI ...

In Campania c'e' un feudo: QUELLO DEI DE LUCA. Seggi che vanno da PADRE IN FIGLIO
In Campania c'e' un feudo: QUELLO DEI DE LUCA. Seggi che vanno da PADRE IN FIGLIO

-

Nell’attesa che Piero De Luca, figlio d’arte, s’affacci in Parlamento, al quale è predestinato grazie alla candidatura blindata col Pd, alla campagna elettorale ci pensa papà il governatore
Nell’attesa che Piero De Luca, figlio d’arte, s’affacci in Parlamento, al quale...



Italia Blog | Contatti | Sitemap articoli

2013 Italia Blog - Tutti i diritti riservati