MXGP 2019: guida passo passo

(Bari)ore 09:28:00 del 31/08/2019 - Tipologia: , Videogames

MXGP 2019: guida passo passo

Un problema spesso dibattuto dagli appassionati, specie da quelli più critici in merito all'operato recente della compagine milanese, a ben vedere figlio di un calendario di sviluppo molto fitto e con tempi di lavorazione piuttosto ridotti..

 

RECENSIONE MXGP 2019 - Fresca di acquisizione da parte di THQ Nordic, Milestone torna alla carica con una nuova versione del suo prodotto su licenza dedicato al campionato mondiale di motocross. Prevedibilmente MXGP 19 si colloca in netta continuità rispetto alle caratteristiche consolidate della serie, offrendo agli appassionati qualche piccola novità che tuttavia non stravolge la sostanza del prodotto. Ad eccezione di qualche modesta variazione sul tema, di cui parleremo nel corso della nostra recensione, la compagine nostrana non è infatti andata a stravolgere più di tanto quello che è il feeling generale trasmesso dal gioco e ciò che può offrire a tutti i sostenitori della disciplina. MXGP 2019 debutta nella giornata odierna su PC, PlayStation 4 e Xbox One, offrendo contenuti ufficiali aggiornati alla stagione corrente.

RECENSIONE MXGP 2019 - L'approccio scelto da Milestone per lo sviluppo di MXGP 2019 è dunque assolutamente all'insegna della tradizione. Un problema spesso dibattuto dagli appassionati, specie da quelli più critici in merito all'operato recente della compagine milanese, a ben vedere figlio di un calendario di sviluppo molto fitto e con tempi di lavorazione piuttosto ridotti. Lo scenario potrebbe cambiare ora che la società è stata rilevata da THQ Nordic, ma solo il tempo ci saprà dire quale sarà effettivamente la nuova direzione intrapresa dal team in futuro.

Nel frattempo non possiamo fare a meno di constatare la natura estremamente conservatrice di MXGP 19, che non offre particolari guizzi creativi pur provando a mettere sul piatto qualche nuova caratteristica. A partire dall'introduzione dell'editor: di fatto una funzionalità inedita per il franchise, ma in buona sostanza una caratteristica presa di peso da Monster Energy Supercross e adattata per l'occasione. All'inizio del gioco è possibile creare il proprio alter ego virtuale scegliendone aspetto e caratteristiche, per poi decidere scuderia e personalizzazioni di natura estetica. In alternativa sono come sempre disponibili le classiche modalità veloci, suddivise tra la normale gara, la singola stagione o la competizione time attack.

RECENSIONE MXGP 2019 - Ci sono poi un paio di altre modalità sfida non particolarmente ispirate, che riempiono i contenuti di questo Playground, che a ogni iterazione si conferma come il modo migliore per prendere confidenza con il gioco, ma allo stesso tempo poco altro.

Tutte queste modalità contribuiscono a fare salire il livello di prestigio, che rappresenta lo status esperienziale del pilota. 
Dove invece i ragazzi di Milestone hanno compiuto l’evoluzione più grande, è nell’introduzione dell’editor dei tracciati. Appannaggio di Super Cross è stato mutuato anche in MXGP2019.

Uno degli aspetti più interessanti di questa modalità è che si può scegliere fra tre ambientazioni: foresta, fango e riviera, mentre la quarta, giungla, sarà inserita solo dopo il lancio. Pur essendo abbastanza semplice c’è un lunghissimo tutorial che ti guida attraverso la creazione di un intero tracciato. Una volta finito con un circuito, lo si può mettere a disposizione della community ed è utilizzabile nelle modalità veloci e in quelle multigiocatore da chiunque. La semplicità d’utilizzo e la qualità del risultato sono sicuramente un ottimo modo per accogliere la novità nella serie.

Due elementi di MXGP 2019 ancora ancorati al passato sono invece il multiplayer e soprattutto l’intelligenza artificiale. Dopo aver visto ANNA al lavoro in MotoGP 2019, tornare alla vecchia tecnologia sembra per forza di cose un passo indietro. Capiamo che sia impossibile realizzare al momento un’intelligenza artificiale tramite machine-learning con un editor dei tracciati, più piloti e un fondo che cambia con il passare dei giri, ma comunque se ne sente la mancanza. Abbiamo apprezzato l’interfaccia grafica dei menù completamente rivista, molto più piatta e moderna, forse eccessiva nell’ingrandimento dei caratteri sulla voce selezionata, ma per il resto assolutamente al passo dei tempi.

A livello tecnico l’attenzione ad asfalto e piloti è molto elevata (tranne le fattezze del volto comunque sempre coperte dal casco). Meno dettagliato è il contorno del tracciato che è cosparso di preset che non fanno gridare al miracolo, ma nemmeno stonano in negativo durante le gare. Efficace invece il sistema di meteo dinamico che dà brio alle partite con ciclici ma mai inaspettati cambi di condizione. Su PS4 Pro non si lamentano problemi di framerate che rimane costante indipendentemente dalla modalità in tutte le partite. Ciò comunque al costo di caricamenti fin troppo frequenti, che però limitano gli storici fenomeni di pop up delle texture ad avvio gara. Sempre sull’onda della continuità troviamo anche il campionamento sonoro dei veicoli.

 

Scritto da Alberto

NEWS PRINCIPALI
Recensione anteprima Pokemon Masters
Recensione anteprima Pokemon Masters
(Bari)
-

In generale, Pokémon Masters è stato realizzato con un estremo riguardo verso i classici a cui il gioco si ispira; vi basterà visitare l’hub principale e orecchiare un nuovo remix dell’immancabile tema del Centro Pokémon per capire che il lavoro svolto da
  RECENSIONE POKEMON MASTERS - DeNA e The Pokémon Company hanno da poco...

Gears 5: guida passo passo
Gears 5: guida passo passo
(Bari)
-

Gli scambi di battute tra i protagonisti sfociano così in conversazioni esilaranti, ma anche in curiosi retroscena che meriteranno la nostra attenzione al fine di approfondire la complessa lore di Gears.
  RECENSIONE GEARS 5 - Gli autori sono riusciti a mettere insieme vari elementi...

Dying Light 2: guida passo passo
Dying Light 2: guida passo passo
(Bari)
-

Dying Light 2 sembra fondere ottimamente i vari elementi che compongono il gameplay, tanto che la sessione di gioco da noi ammirata scorreva in maniera dannatamente fluida e priva di momenti di stallo (cosa che purtroppo accadeva nel predecessore, spesso
  ANTEPRIMA DYING LIGHT 2 - Tornare a immergersi tra le maestose rovine...

Predator Hunting Grounds: cosa sapere
Predator Hunting Grounds: cosa sapere
(Bari)
-

L’arrampicata automatica, il salto e più in generale una mappatura dei controlli realmente complessa non ci ha permesso di goderci appieno la sessione di gioco nei panni dello yautja, tanto che sarebbe bastato un sistema di controllo più snello per evitar
  PREDATOR HUNTING GROUND ANTEPRIMA - Immaginate di essere in una foresta,...

Gears Pop: guida passo passo
Gears Pop: guida passo passo
(Bari)
-

Esteticamente, il titolo abbandona lo stile tipico del franchise Gears, adottando uno stile molto più goliardico, in linea con lo spirito che anima i Funko Pop.
  RECENSIONE GEARS POP - In prima battuta Gears POP! si pone come un tower...



Italia Blog | Contatti | Sitemap articoli

2013 Italia Blog - Tutti i diritti riservati