Luigi Di Maio a Porta a Porta: reddito di cittadinanza da marzo 2019

(Bari)ore 19:05:00 del 29/09/2018 - Tipologia: , Economia, Lavoro, Politica

Luigi Di Maio a Porta a Porta: reddito di cittadinanza da marzo 2019

Il vicepresidente del Consiglio, Luigi Di Maio, annuncia che il reddito di cittadinanza verrà erogato a partire dalla metà di marzo del 2019 .

Il reddito di cittadinanza arriverà entro la metà di marzo 2019. Ad assicurarlo è il vicepresidente del Consiglio, Luigi Di Maio, intervenendo a Porta a Porta, la trasmissione di Rai 1 che andrà in onda questa sera. “Da metà marzo 2019 saranno avviati i centri per l’impiego con il reddito di cittadinanza erogato”, assicura. Spiegando, inoltre, che l’obiettivo è quello di “raddoppiare l'organico dei centri per l'impiego da 7 mila a 15 mila unità. Mancano delle figure come gli psicologi del lavoro”.

Non solo il reddito di cittadinanza. Di Maio annuncia anche che è pronta “una proposta per incominciare ad eliminare le leggi inutili per le imprese. Siamo arrivati ad una proposta che elimina 140 leggi. Ci sarà un codice unico con norme uniche, elimineremo anche i dpr”. E, ancora, la legge sulle pensioni d’oro è in arrivo: “Entro l’anno le tagliamo. Noi la proposta per la legge sulle pensioni d'oro la facciamo partire, ma se si rallenta la mettiamo nella legge di bilancio”. Altro annuncio riguarda la legge costituzionale per ridurre il numero dei parlamentari, già presentata in Parlamento negli scorsi giorni, ma che dal governo arriverà ad “aprile-maggio”, secondo Di Maio.

Il rapporto con la Lega e il decreto Genova
Il vicepresidente del Consiglio parla anche dei suoi alleati di governo della Lega: “Credo gli faccia bene stare lontano da Berlusconi perché quando era con Berlusconi stava sotto il 20%”. Ma Di Maio non nasconde le divisioni su alcuni temi, come la ricostruzione del Ponte Morandi: “Sul tema di Autostrade non la pensiamo allo stesso modo. Ci sono visioni differenti ma siamo tutti d'accordo che il ponte vada ricostruito subito con poteri speciali e con un ponte fatto bene”. C’è poi il decreto Genova, che sembra essere bloccato dalla Ragioneria dello Stato per la mancanza di coperture: “Il decreto per Genova – assicura Di Maio – domattina o stanotte sarà mandato al Quirinale”.

Da: QUI

Scritto da Samuele

NEWS PRINCIPALI
Decreto Fisco: cosa prevede la nuova Manovra
Decreto Fisco: cosa prevede la nuova Manovra
(Bari)
-

DECRETO FISCO COSA PREVEDE - Dopo l'approvazione del decreto clima, ieri sera, voluto dal ministro dell'Ambiente Sergio Costa, un decreto che prevede fondi per 450 milioni di euro per politiche sull'ambiente, il Consiglio dei ministri si prepara ad esamin
DECRETO FISCO COSA PREVEDE - Dopo l'approvazione del decreto clima, ieri sera,...

Guerra, Italia responsabile. Quante armi vendiamo alla Turchia
Guerra, Italia responsabile. Quante armi vendiamo alla Turchia
(Bari)
-

VENDIAMO ARMI ALLA TURCHIA, ITALIA RESPONSABILE DELLA GUERRA IN SIRIA - «In Italia c’è una legge, la 185/90, che vieta di vendere armi ai paesi in guerra.
VENDIAMO ARMI ALLA TURCHIA, ITALIA RESPONSABILE DELLA GUERRA IN SIRIA - «In...

Fatture false, genitori Renzi condannati a 1 anno e 9 mesi
Fatture false, genitori Renzi condannati a 1 anno e 9 mesi
(Bari)
-

Il pm Christine von Borries nella sua requisitoria odierna aveva chiesto per i genitori di Renzi una condanna a un anno e nove mesi, e a due anni e tre mesi per Dagostino.
PROCESSO GENITORI RENZI - Tiziano Renzi e Laura Bovoli, genitori dell'ex premier...

Manovra: confermati bonus 80 euro e rimodulazione IVA
Manovra: confermati bonus 80 euro e rimodulazione IVA
(Bari)
-

MANOVRA, BONUS 80 EURO E RIMODULAZIONE IVA - Il Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri conferma la completa sterilizzazione degli aumenti dell’IVA previsti dalle clausole di salvaguardia ma non esclude possibili rimodulazioni dell’aliquota per un sistem
MANOVRA, BONUS 80 EURO E RIMODULAZIONE IVA - Il Ministro dell’Economia Roberto...

Il paradosso tutto italiano: meno guadagno meno paghi
Il paradosso tutto italiano: meno guadagno meno paghi
(Bari)
-

Lo studio del Senato: fino ai 28 mila euro gli aumenti di stipendi rischiano di finire divorati dal mix di aliquote e mancati bonus e detrazioni
MENO GUADAGNI, MENO PAGHI - Un primo spunto di riflessione viene dalle tasse...



Italia Blog | Contatti | Sitemap articoli

2013 Italia Blog - Tutti i diritti riservati