Ludopatia: ecco chi ci guadagna veramente

FERRARA ore 07:14:00 del 18/02/2015 - Tipologia: Calcio, Cronaca, Economia, Editoria, Sociale, Sport Generici

Ludopatia: ecco chi ci guadagna veramente

Ludopatia: ecco chi ci guadagna veramente. Viaggio alla scoperta del gioco d’azzardo.

Ecco perché lo stato sponsorizza e continuerà a sponsorizzare il gioco d’azzardo. Il gioco d’azzardo è un vizio, un vizio anche molto costoso. Spesso assorbe metà stipendio, e può far indebitare fino al collo. Può rovinare matrimoni e carriere, e può addirittura spingere alcuni sulla via del crimine. Diventa come una droga, e le sue vittime possono provare crisi di astinenza al pari degli alcolisti e dei tossicodipendenti.

Il gioco d'azzardo è subdolo, ma pensate solo ad una cosa, ci sono persone che sul gioco d'azzardo ci hanno fatto un Business, e per esserlo ci devono per forza guadagnare! E come ci guadagnano secondo te? Con la probabilità che gioca sempre a favore del banco". Non c'entra la fortuna, l'abilità o l'intelligenza, se giochi 1000 volte di seguito d'azzardo alla fine perderai comunque soldi, è così e lò sarà sempre, se così non fosse e il gioco fosse ideato per gli utenti esso non esisterebbe!

Il gioco d'azzardo altro non è che un marchingegno psicologico che abusa della credulità popolare per estorcere denaro, e non è altro se non questo, un sistema programmato per far diventare sempre più povero te e sempre più ricchi coloro che lo controllano, una soluzione c'è! NON GIOCARE.  I nostri pensieri ed emozioni producono sostanze ,il gioco d'azzardo causa eccitazione ,una eccitazione che crea dipendenza. Quando una persona gioca e rischia di perdere ma poi per caso vince, smuove all’interno del suo corpo centinaia di meccanismi diversi, adrenalina, noradrenalina, cortisolo, quin... il corpo che nei giorni seguenti si sente privo di queste sostanze le va a ricercare.

Se lo Stato continua a sponsorizzarlo, evidentemente ci guadagna e non poco. Che poi in Italia stato e mafia vadano da sempre d'accordo crediamo che non sia un mistero per nessuno. Ogni tanto catturano un mafioso per farti credere che fanno qualcosa e poi tutto riprende come prima. E' la stessa ipocrisia degli spot che incitano i poveracci a comprare Gratta e vinci e a mangiarsi lo stipendio/pensione al lotto e poi ti dicono "mi raccomando, gioca responsabilmente!". Come se ti dessero una dose di coca e poi ti dicessero di non abusarne. E’ tutto uno schifo. E’ tutto rimandato alla coscienza delle singole persone. Quindi, devi svegliarti!

Scritto da Gerardo

NEWS PRINCIPALI
Roberto Saviano: In 10 anni guadagnai per 13 milioni di euro
Roberto Saviano: In 10 anni guadagnai per 13 milioni di euro

-

L'inchiesta giornalistica di Panorama su Roberto Saviano: l'autore di Gomorra ai raggi x, dagli incassi fino alla scorta
Roberto Saviano, scrittore simbolo, ai raggi x. Gli incassi, le relazioni, le...

Bonus bebe' 2019: 20% in piu' per ogni figlio!
Bonus bebe' 2019: 20% in piu' per ogni figlio!

-

Bonus bebè 2019, il Governo ci ripensa: la misura sarà rifinanziata – da fanpage.it
Il ministro Lorenzo Fontana ha annunciato la “marcia indietro” del governo dal...

Bonus Bebe', Maternita', tasse su Coca Cola: tutte le novita' della MANOVRA 2019
Bonus Bebe', Maternita', tasse su Coca Cola: tutte le novita' della MANOVRA 2019

-

Legge di bilancio, una pioggia di novità nella nuova Manovra 2019.
Legge di bilancio, una pioggia di novità nella nuova Manovra 2019. Sono oltre...

Guerra al vino italiano: ok ai falsi made in Italy
Guerra al vino italiano: ok ai falsi made in Italy

-

L'Europa attacca ancora una volta l'Italia. E questa volta, a farne le spese, è il vino.
Dopo lo spumante, la Commissione europea ha dato il via libera alla...

Scommesse online: 68 arresti, volume di affari per 4,5 miliardi  per le MAFIE
Scommesse online: 68 arresti, volume di affari per 4,5 miliardi per le MAFIE

-

Tre diverse indagini hanno portato all’arresto di 68 persone della criminalità organizzata pugliese, reggina e catanese
Le mafie si sono spartite e controllano il mercato delle scommesse online: è il...



Italia Blog | Contatti | Sitemap articoli

2013 Italia Blog - Tutti i diritti riservati