Ludopatia: ecco chi ci guadagna veramente

FERRARA ore 07:14:00 del 18/02/2015 - Tipologia: Calcio, Cronaca, Economia, Editoria, Sociale, Sport Generici

Ludopatia: ecco chi ci guadagna veramente

Ludopatia: ecco chi ci guadagna veramente. Viaggio alla scoperta del gioco d’azzardo.

Ecco perché lo stato sponsorizza e continuerà a sponsorizzare il gioco d’azzardo. Il gioco d’azzardo è un vizio, un vizio anche molto costoso. Spesso assorbe metà stipendio, e può far indebitare fino al collo. Può rovinare matrimoni e carriere, e può addirittura spingere alcuni sulla via del crimine. Diventa come una droga, e le sue vittime possono provare crisi di astinenza al pari degli alcolisti e dei tossicodipendenti.

Il gioco d'azzardo è subdolo, ma pensate solo ad una cosa, ci sono persone che sul gioco d'azzardo ci hanno fatto un Business, e per esserlo ci devono per forza guadagnare! E come ci guadagnano secondo te? Con la probabilità che gioca sempre a favore del banco". Non c'entra la fortuna, l'abilità o l'intelligenza, se giochi 1000 volte di seguito d'azzardo alla fine perderai comunque soldi, è così e lò sarà sempre, se così non fosse e il gioco fosse ideato per gli utenti esso non esisterebbe!

Il gioco d'azzardo altro non è che un marchingegno psicologico che abusa della credulità popolare per estorcere denaro, e non è altro se non questo, un sistema programmato per far diventare sempre più povero te e sempre più ricchi coloro che lo controllano, una soluzione c'è! NON GIOCARE.  I nostri pensieri ed emozioni producono sostanze ,il gioco d'azzardo causa eccitazione ,una eccitazione che crea dipendenza. Quando una persona gioca e rischia di perdere ma poi per caso vince, smuove all’interno del suo corpo centinaia di meccanismi diversi, adrenalina, noradrenalina, cortisolo, quin... il corpo che nei giorni seguenti si sente privo di queste sostanze le va a ricercare.

Se lo Stato continua a sponsorizzarlo, evidentemente ci guadagna e non poco. Che poi in Italia stato e mafia vadano da sempre d'accordo crediamo che non sia un mistero per nessuno. Ogni tanto catturano un mafioso per farti credere che fanno qualcosa e poi tutto riprende come prima. E' la stessa ipocrisia degli spot che incitano i poveracci a comprare Gratta e vinci e a mangiarsi lo stipendio/pensione al lotto e poi ti dicono "mi raccomando, gioca responsabilmente!". Come se ti dessero una dose di coca e poi ti dicessero di non abusarne. E’ tutto uno schifo. E’ tutto rimandato alla coscienza delle singole persone. Quindi, devi svegliarti!

Scritto da Gerardo

NEWS PRINCIPALI
La storia dei cagnetti randagi afgani salvati dai nostri militari
La storia dei cagnetti randagi afgani salvati dai nostri militari

-

MEGLIO CANI IN AFGHANISTAN CHE CRISTIANI A LIVERPOOL
Arena è una cagnetta beige, di quel colore che in Sicilia dicono «cirricaca»...

Ecco come sarebbe l'Italia SENZA EURO
Ecco come sarebbe l'Italia SENZA EURO

-

Dentro o fuori dall’Unione Europea? Ecco come sarebbe l’Italia senza euro
L’Italia è uno dei 5 Paesi nel mondo con un attivo manifatturiero...

Cosi' si moriva nel Mediterraneo quando c'era il PD!
Cosi' si moriva nel Mediterraneo quando c'era il PD!

-

Migranti, il documento verità: così si moriva nel Mediterraneo quando il Pd governava al posto della Lega
Una donna e un bambino morti in mare per colpa della Libia e dell’ Italia. È...

Imprese a tasso zero: aiuti per chi si mette in proprio
Imprese a tasso zero: aiuti per chi si mette in proprio

-

Ancora operativo il bando Nuove imprese a tasso zero, con cui donne e under 36 possono accedere a finanziamenti agevolati per avviare un’attività.
Finanziamenti a tasso zero per i progetti d’impresa fino a 1,5 milioni di euro,...

Caso Attali: credito, per finanziare i viaggi dei migranti
Caso Attali: credito, per finanziare i viaggi dei migranti

-

Conosciuto come l’eminenza grigia della politica francese dai tempi di Mitterand e noto per il suo ultraeuropeismo, Jacques Attali è l’uomo che ha scoperto Macron, presentandolo al presidente Hollande del quale è diventato consigliere.
Conosciuto come l’eminenza grigia della politica francese dai tempi di Mitterand...



Italia Blog | Contatti | Sitemap articoli

2013 Italia Blog - Tutti i diritti riservati