Gli SCHIAVI dei CALL CENTER: 2 euro all'ora, a NERO e licenziamenti

(Roma)ore 12:06:00 del 21/12/2017 - Tipologia: , Denunce, Lavoro

Gli SCHIAVI dei CALL CENTER: 2 euro all'ora, a NERO e licenziamenti

In Italia non abbiamo soltanto schiavi africani, di colore nero.....

In Italia non abbiamo soltanto schiavi africani, di colore nero. Abbiamo anche gli schiavi bianchi e i lager sono i call center dove la realtà supera la fantasia. Tutti ricordano il film di Virzì con Sabrina Ferilli nel ruolo di animatrice, ideologa, kapò di tanti infelici indotti alla servitù anche da un condizionamento mentale che è il massimo della alienazione da sé stessi, una riduzione a ingranaggio di un progetto di propaganda e di vendite. 

Ma, come abbiamo saputo ieri da Incisa Valdarno, nel mondo reale e non nel cinematografo esistono situazioni come quelle descritte da Virzi. Qui si è giunti a dare colpi o colpettini di frustino alle ragazze che non rendevano quanto voluto dai loschi e criminali gestori del call center. Si negava loro anche la possibilità di recarsi in bagno. 

Inferno call center. Aprono nei sottoscala, negli appartamenti e nei garage. Chiudono dopo pochi mesi. Sfruttano un esercito di schiavi, pagati anche due euro e mezzo all'ora. Pochi contratti a progetto, molto nero e chi fa domande o resta più del dovuto in bagno, viene licenziato. In alcuni call center il titolare vieta ai dipendenti di socializzare, gli impedisce di uscire insieme la sera

Il grado d'improvvisazione fra le aziende, alcune a conduzione familiare se non individuale, è notevole: molti call center negli annunci non scrivono neanche l'indirizzo. Hanno solo una casella postale per non essere individuati in caso di denunce. Nei sottoscala e perfino nei garage, call center da dieci dipendenti al massimo nascono e chiudono in continuazione. Non hanno neanche i database ed i computer per le telefonate, solo i telefoni. In alcuni casi chiedono ai dipendenti di usare il proprio cellulare. Di solito riescono a ottenere una commessa da qualche colosso telefonico, sfruttano il più possibile i dipendenti e poi svaniscono nel nulla, per poi riaprire con una nuova sigla. 

«Se dici la verità non fai nulla. In una giornata di lavoro non chiudi neppure un contratto. E otto ore di lavoro ti valgono sì e no due euro. Questo spiega i nostri comportamenti: l’insistenza, l’ossessività. Gli operatori dei call center sono dei poveracci pagati a provvigione: 7 euro, 10. A volte quattro. Dipende dal contratto. E quando Ti addestrano, ti incitano con lo slogan: “Truffate, truffate, truffate più che potete”».

Pietro (nome di fantasia) tira il fiato. Trentenne, laureato, zaino pieno di documenti, pancia gonfia di rabbia. Sono i 50 euro riscossi, anni fa in un call center a Livorno: era alle prime armi e si occupava di telefonia. Poi ci sono state le esperienze nell’energia, tutte in provincia di Pisa. Compresa l’ultima. Appena finita: 106 contratti in un mese. La paga 860 euro.

Perché ha lasciato il call center?

«Perché ci sfruttano in maniera pazzesca. A settembre ho lavorato a tempo pieno: tutti i giorni, dalle 9 alle 21, dodici ore, più due sabati. In tutto 180 ore. Sono stato il migliore. I capi mi dicevano “Questo mese farai il botto”. Mi aspettavo un salario di 1300 euro lordi. Mi sono fermato assai prima di 900 euro. D’altronde, una mia collega a luglio per 16 giorni di lavoro part-time ha preso 190 euro».

Scritto da Samuele

NEWS PRINCIPALI
Italia ultima in Europa per retribuzione reale dei giovani laureati
Italia ultima in Europa per retribuzione reale dei giovani laureati
(Roma)
-

L’indagine della società di consulenza Willis Towers Watson ha riguardato principalmente i dipendenti di aziende multinazionali
I giovani laureati italiani, tenendo conto anche delle imposte e del costo della...

Terremoto Emilia, colpa delle trivelle?
Terremoto Emilia, colpa delle trivelle?
(Roma)
-

Terremoto in Emilia: 27 morti, nel maggio 2012, per colpa di operazioni imprudenti, a caccia di “shale oil” nel sottosuolo?
Terremoto in Emilia: 27 morti, nel maggio 2012, per colpa di operazioni...

Dai sindacati ai pastori sardi, ora la gente e' INCAZZATA davvero col governo gialloverde
Dai sindacati ai pastori sardi, ora la gente e' INCAZZATA davvero col governo gialloverde
(Roma)
-

Sembra un capitolo del romanzo Serotonina, una scena da Gilet Gialli francesi e invece è qui.
Signore e signori, è iniziata l’opposizione. Non solo l’opposizione parlamentare...

Reddito di Cittadinanza? AUMENTATE GLI STIPENDI piuttosto, e tornate sulla TERRA!
Reddito di Cittadinanza? AUMENTATE GLI STIPENDI piuttosto, e tornate sulla TERRA!
(Roma)
-

Reddito di cittadinanza troppo alto o piuttosto stipendi troppo bassi? La frenata del pil italiano è legata a doppio filo a una domanda interna stagnante anche per colpa dei bassi salari.
Reddito di cittadinanza troppo alto o piuttosto stipendi troppo...

Il Sud e' un posto dove si lavora TROPPO per TROPPO POCO: ALTRO CHE NULLAFACENTI
Il Sud e' un posto dove si lavora TROPPO per TROPPO POCO: ALTRO CHE NULLAFACENTI
(Roma)
-

Il Sud è stato raccontato come il territorio dei nullafacenti che aspirano al sussidio. Converrà rovesciare il punto di vista. È il luogo dove si fanno 800 chilometri per conquistarsi un contratto.
La politica che si interroga sui motivi della rivolta elettorale del Sud...



Italia Blog | Contatti | Sitemap articoli

2013 Italia Blog - Tutti i diritti riservati