Gioco d'azzardo: denunciamo il governo!

LIVORNO ore 22:39:00 del 27/11/2014 - Tipologia: Denunce, Editoria

Gioco d'azzardo: denunciamo il governo!

Gioco d'azzardo: denunciamo il governo | Ecco il perché.

Ormai i giochi e le lotterie la fanno da padrona nel grande business internazionale e chi naturalmente ci perde è il popolino, tutta gente bene o male povera,con uno stipendio medio(per chi ha questa fortuna) di 1000-1300 euro al mese. Ormai buona parte della società vive la speranza,anzi l'illusione di poter risolvere i problemi(e magari non lavorare più,per chi un minimo di lavoro ce l'ha)con una vincita al lotto o superenalotto o altro.

Ma ormai si sa che a livello matematico,rigorosamente matematico,soltanto qualche italiano riesce a mala pena a fare qualche vincita e solo pochissimi vincono la cifra della vita,a dispetto di milioni e milioni di italiani ( e consideriamo anche la percentuale che dovremo dare a…ops..non usciamo fuori dal “seminato” ).Ormai le famiglie distrutte dal gioco(lotto,videopoker,scommesse,ecc,)sono infinite e tutte arrivano al triste epilogo di distruzione della famiglia o suicidio. Tutto cio è assurdo!!!

Si chiama gioco legale con tanto di licenze,concessione statale,insegne,ecc..ma in realtà è la truffa più grande che ci sia perche mette a repentaglio le famiglie e le vite di migliaia di italiani. E’ assurdo mettere il lotto 3 volte la settimana(arriverà l'estrazione giornaliera),è assurdo riempire le sale di video poker con bassissima possibilità di vincita,è assurdo indovinare un estratto su 90 numeri(lotto),impossibile centrare 5-6 numeri al superenalotto,ecc...Tutto ciò sotto la guida magistrale di chi sa il povero è solo costretto a lasciarci(ben che vada)le mutande. Ma non c'è nessuno che si sta interessando seriamente di questo gravissimo problema? Assolutamente no. Chi avrebbe la forza e soprattutto le idee di scontrarsi con i poteri forti? Contro lo Stato?

A livello legale ci sono i presupposti per denunciare lo stato per truffa. A conti fatti è palese il fatto che la regia dei monopoli nell'illudere gli italiani e nell'incassare miliardi di euro uscendone pochi è diabolica e non vengano a cercare la famosa scusa:ognuno è libero e responsabile delle proprie azioni: assurdo! E’ come dire ad un drogato:io la roba non te la voglio dare ma se vieni tu a prendertela, mi fai un favore!

Vogliamo parlare delle slot machine nei bar? Quegli aggeggi infernali rappresentano compiutamente il declino della nostra società. Voluti, inventati e legalizzati da un governo di sinistra (Amato con Legge 425 del 6.10.1995), sono stati coccolati ed "incentivati" da ogni governo successivo. Nessuno dei nostri Politicanti si rende conto che pur facendo aumentare gli incassi dell'erario, di fatto si permette l'arricchimento dei costruttori e dei distributori di questi maledetti apparecchi, impoverendo e buttando sul lastrico migliaia di famiglie in cui ci siano uno o più componenti mentalmente deboli, poveri di cultura e di buon senso che credono veramente alla favola di potersi arricchire buttando nella fessurina tutto il proprio stipendio. Non credete alla baggianata che tali congegni debbano restituire il 75% delle vincite - che varrebbe soltanto per quelle legali e collegate alla rete protetta e controllata dall'AAMS - bisogna invece credere soltanto alla legge delle probabilità che di sicuro non mente e non vi spilla quattrini. 

Che lo stato abbia a cuore il nostro benessere è una pia illusione. Lo sai che lo stato scoraggia i medici a prescrivere accertamenti diagnostici? Lo sapete che certi comuni hanno scelto la compagnia assicurativa che gli garantiva di non pagare praticamente mai risarcimenti ai cittadini che subivano danni a causa dell'incuria del comune stesso? E dunque, se lo stato non tutela i cittadini quando sono in condizioni disagiate non per loro scelta (nessuno sceglie di ammalarsi, o di rompersi una gamba perchè c'è una buca non segnalata...almeno speriamo!) come ci si può aspettare che intervenga se la gente si rovina con le sue Mani? Lo stato guadagna un sacco di soldi anche con la vendita delle sigarette e degli alcolici, e tutti sappiamo quante persone muoiono ogni anno per il fumo, anche passivo, o per gli incidenti provocati da ubriachi...Lo stato non ci tutela in nessun modo. Questa del gioco è una rapina legalizzata e noi ne siamo vittime consenzienti, anche se parzialmente obnubilate dall'illusione di poterci arricchire. Molte altre persone invece sono vittime innocenti di ben altri abusi che lo stato compie nei confronti di quelli che in teoria dovrebbe tutelare!

Scritto da Gerardo

NEWS PRINCIPALI
Luce e gas: bollette in Italia piu' CARE IN EUROPA
Luce e gas: bollette in Italia piu' CARE IN EUROPA

-

Rivoluzione in arrivo dal 30 giugno 2019 per il mercato dell’energia: dopo vari rinvii ci sarà la fine del mercato di maggior tutela e il passaggio completo al mercato libero.
Rivoluzione in arrivo dal 30 giugno 2019 per il mercato dell’energia: dopo vari...

Fotografia di un Paese ULTIMO in Europa
Fotografia di un Paese ULTIMO in Europa

-

Perché tanta ipocrisia sul caso della società del papà di Di Maio? Federcontribuenti: ”perché padre e figlio non hanno ritenuto di dover dire la verità che tutti conosciamo?
Perché tanta ipocrisia sul caso della società del papà di Di Maio?...

Agonia UE, elettori traditi. Unica chance? ITALEXIT
Agonia UE, elettori traditi. Unica chance? ITALEXIT

-

Dopo la bocciatura definitiva della manovra da parte della Commissione Europea con la prospettiva dell’apertura della procedura d’infrazione contro l’Italia per deficit eccessivo, da più parti ci si chiede quale strada percorrere.
Dopo la bocciatura definitiva della manovra da parte della Commissione Europea...

Le Iene: cosa c'e' dietro i VACCINI OBBLIGATORI. VIDEO
Le Iene: cosa c'e' dietro i VACCINI OBBLIGATORI. VIDEO

-

Walter Ricciardi è il Presidente dell’Istituto superiore di Sanità che si occupa di ricerca, sperimentazione, controllo della salute pubblica in Italia.
Walter Ricciardi è il Presidente dell’Istituto superiore di Sanità che si occupa...

Sempre piu' morti per lavoro in citta': si spende per ROBOT e non per SICUREZZA
Sempre piu' morti per lavoro in citta': si spende per ROBOT e non per SICUREZZA

-

Di lavoro si muore, o meglio si continua a morire. I dati relativi alla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, diffusi dall'Inail per il periodo gennaio-ottobre 2018, parlano chiaro.
Di lavoro si muore, o meglio si continua a morire. I dati relativi alla salute...



Italia Blog | Contatti | Sitemap articoli

2013 Italia Blog - Tutti i diritti riservati