Francia devastata da una SINISTRA INCONCLUDENTE e dall'IMMIGRAZIONE CLANDESTINA

(Palermo)ore 22:03:00 del 23/03/2017 - Tipologia: , Cronaca, Denunce, Esteri

Francia devastata da una SINISTRA INCONCLUDENTE e dall'IMMIGRAZIONE CLANDESTINA

Cari Italiani noi dobbiamo chiedere 5 anni di governo di Militari almeno nel settore Interni e Difesa e al Ministero per l'Immigrazione , togliendo allaq magistratura ordinaria le indagini su rifugiati o meno e passando l'onere alla Procure Militari .

Cari Italiani noi dobbiamo chiedere 5 anni di governo di Militari almeno nel settore Interni e Difesa e al Ministero per l'Immigrazione , togliendo allaq magistratura ordinaria le indagini su rifugiati o meno e passando l'onere alla Procure Militari

François Hollande si appresta a lasciare l’Eliseo al termine del suo mandato presidenziale accompagnato dai più bassi livelli di approvazione mai raggiunti da un capo di Stato francese della Quinta Repubblica e segnato profondamente dai risultati tutt’altro che lusinghieri del suo quinquennio alla guida del Paese, decisamente antitetici rispetto alle promesse che avevano accompagnato la sua ascesa.

La vittoria di stretta misura conseguita da Hollande contro il presidente uscente Nicolas Sarkozy il 6 maggio 2012 aveva portato infatti i sostenitori dell’attuale capo di Stato a sperare che per la Francia si stesse aprendo una nuova fase, contraddistinta dal rilancio del sistema economico e dal conseguimento di una maggiore competitività grazie alla rottura con gli allora imperanti dogmi dell’austerity. Cinque anni dopo, si può ben dire che Hollande abbia fatto ben poco per venire incontro alle aspettative del suo elettorato: primo Presidente del Parti Socialiste eletto dopo François Mitterrand, egli vedrà il suo mandato ricordato soprattutto, in tema di politiche economiche, per la contestatissima Loi Travail, attraverso la quale sono messi in discussioni principi cardine dell’ordinamento lavorativo francese come la tutela della settimana lavorativa da 35 ore e la congrua retribuzione degli straordinari, rappresentanti per milioni di cittadini una fonte primaria e imprescindibile di entrate.

Una somma di problematiche sembra, al giorno d’oggi, accomunare Francia ed Italia: l’incapacità della politica di offrire soluzioni adeguate alle difficoltà del sistema si incarna completamente nel declino di una Sinistra “istituzionale” sempre più alla deriva e, al tempo stesso, si manifesta concretamente nella continua stagnazione e nell’assenza di prospettive per la creazione di una politica occupazionale efficiente, chiave di volta per la ripresa di qualsiasi economia a corto d’ossigeno.

Scritto da Luca

NEWS PRINCIPALI
Milano: 1 residente su 4 STRANIERO
Milano: 1 residente su 4 STRANIERO
(Palermo)
-

Gli abitanti di Milano oggi sono al 19% immigrati, contro il 9% della media italiana
Gli abitanti di Milano oggi sono al 19% immigrati, contro il 9% della media...

In Italia i RICCHI pagano MENO tasse di tutti: ALTRO CHE FLAT TAX
In Italia i RICCHI pagano MENO tasse di tutti: ALTRO CHE FLAT TAX
(Palermo)
-

Dagli anni Ottanta ad oggi quelle politiche fiscali hanno contagiato il mondo, Italia compresa, nonostante le critiche sempre più forti di molti autorevoli economisti
La favola della goccia. E la realtà della pagnotta. La prima è la fortunata...

Il Robin Hood ITALIANO: rubava ai ricchi per aiutare il popolo
Il Robin Hood ITALIANO: rubava ai ricchi per aiutare il popolo
(Palermo)
-

Il 17 Maggio 2018 si è spento un eroe italiano rimasto pressoché sconosciuto al grande pubblico: Era l'Italia dei primi anni del secondo dopoguerra.
Il 17 Maggio 2018 si è spento un eroe italiano rimasto pressoché sconosciuto al...

Meta' della RICCHEZZA MONDIALE in mano a soli 8 UOMINI
Meta' della RICCHEZZA MONDIALE in mano a soli 8 UOMINI
(Palermo)
-

Un pugno di uomini posseggono la ricchezza di oltre metà della popolazione mondiale, secondo un’analisi di Oxfam, la confederazione internazionale specializzata in aiuto umanitario e progetti di sviluppo.
Un pugno di uomini posseggono la ricchezza di oltre metà della popolazione...

Non tagliateci i vitalizi. Gli ex Parlamentari scrivono a Fico e Casellati!
Non tagliateci i vitalizi. Gli ex Parlamentari scrivono a Fico e Casellati!
(Palermo)
-

Gli ex parlamentari scrivono ai presidenti di Camera e Senato, Roberto Fico ed Elisabetta Casellati, per avviare un confronto sul tema dell’abolizione dei vitalizi, mettendo tuttavia in guardia i vertici delle istituzioni sul rischio incostituzionalità di
Gli ex parlamentari scrivono ai presidenti di Camera e Senato, Roberto Fico ed...



Italia Blog | Contatti | Sitemap articoli

2013 Italia Blog - Tutti i diritti riservati