Facebook, censura digitale a norma di DITTATURA in atto

(Perugia)ore 11:13:00 del 06/02/2018 - Tipologia: , Denunce, Internet

Facebook, censura digitale a norma di DITTATURA in atto

“Facebook ha dichiarato guerra alla fake news. Il social network si impegna, in ogni nazione, per contribuire a creare una comunità informata e per aiutare le persone a prendere decisioni più consapevoli su cosa leggere e condividere sulla piattaforma..

“Facebook ha dichiarato guerra alla fake news. Il social network si impegna, in ogni nazione, per contribuire a creare una comunità informata e per aiutare le persone a prendere decisioni più consapevoli su cosa leggere e condividere sulla piattaforma.

“La tutela della sicurezza dell’informazione e la lotta contro le notizie false sono prioritarie”, afferma Facebook. Ed è ancora “più importante durante il periodo delle elezioni”. Per questo ha elaborato quattro punti…” Comincia così l’articolo sul sito del TGCOM24, la censura è già attiva da inizio gennaio.

Dentro di me mi sono detto, bene finalmente non leggerò più le minchiate che dice il nostro  governo, non sentirò più le cazzate che dicono i nostri politici…finalmente Facebook gli mette un freno a questi ipocriti… Invece no, udite udite, la censura è per i siti che spacciano Fake News, cioè gli unici siti che cercano la verità e vogliono diffonderla….Quindi i siti dei nostri quotidiani italiani, cioè i primi a diffondere Fake News per un buon 70% non subiranno questo trattamento. Gli algoritmi di Facebook attaccheranno i siti che non sono allineati con il sistema, una sorta di fascismo digitale.

Quindi uno non potrà parlare di avvistamenti UFO pena blocco dell’articolo, ma sarà obbligato ad esempio ad assorbirsi le cazzate galattiche dei nostri politici, specialmente in questa fase pre-elettorale, spacciate per verità. L’Italia è in crescita, la disoccupazione è in calo, via il bollo auto, flat tax…e chi più ne ha più ne metta; non sono queste le vere FakeNews? L’informazione è manipolata come diceva l’amico Jacopo Cioni nel suo articolo “4° Potere” e pensate eravamo nel 2015. Ora siamo in una sorta di “4° Potere” 2.0. O come diceva Udo Ulfkotte quando ci ha spiegato come funziona l’informazione giornalistica ad alti livelli. Quindi caro sig Mark Zuckerberg la smetta con queste ipocrisie, il suo impero non durerà a lungo se ne ricordi, nulla è per sempre. Il social network per eccellenza quindi si schiera dalla parte del potere, (anche se per me è di proprietà del potere), e ci sta mettendo il bastone tra le ruote.

Noi comunque continueremo a scivere articoli nonostante questi servi del sistema ci stanno rendendo la vita difficile…

Infine questa è la nota apparsa su facebook, tanto per essere chiari LINK.

Ora signor Zuckerberg mi banni pure dal suo social per sempre. W la democrazia, che non esiste più da molto tempo in questo paese…

Da: QUI

Scritto da Luca

NEWS PRINCIPALI
Rifiuti, la raccolta differenziata non basta piu'
Rifiuti, la raccolta differenziata non basta piu'
(Perugia)
-

Arriva in questi giorni la notizia del deferimento dell’Italia alla Corte europea per una serie di infrazioni di tipo ambientale: la questione degli olivi e della Xylella, l’inquinamento da pm10 e la gestione dei rifiuti radioattivi.
Arriva in questi giorni la notizia del deferimento dell’Italia alla Corte...

GENOCIDIO in Congo, 6 milioni di morti: NESSUNO ne parla, a NESSUNO interessa
GENOCIDIO in Congo, 6 milioni di morti: NESSUNO ne parla, a NESSUNO interessa
(Perugia)
-

Congo: Un genocidio è in corso, più di 6 milioni di persone (la metà sono bambini sotto i 5 anni!). Sono stati massacrati tra l’indifferenza generale e con il sostegno degli Stati Uniti e dell’Europa!
Centinaia di migliaia di donne e bambine sono state violentate e mutilate dagli...

Giorgio Napolitano non molla i PRIVILEGI: 880 000 Euro di PENSIONE l'anno
Giorgio Napolitano non molla i PRIVILEGI: 880 000 Euro di PENSIONE l'anno
(Perugia)
-

Napolitano, pensione dorata: chauffeur, maggiordomo. E ufficio da 100 mq
Napolitano, pensione dorata: chauffeur, maggiordomo. E ufficio da 100...

200.000 morti l'anno a causa dei pesticidi nel cibo
200.000 morti l'anno a causa dei pesticidi nel cibo
(Perugia)
-

I pesticidi utilizzati per aumentare la produzione agricola per una popolazione in crescita a discapito della salute della stessa, causano 200.000 morti l’anno.
Lo sostiene un rapporto dei relatori speciali dell’Onu per il diritto al cibo,...

Marco Rizzo: 'LEGA, PD E 5 STELLE SERVI DEL POTERE'! Video
Marco Rizzo: 'LEGA, PD E 5 STELLE SERVI DEL POTERE'! Video
(Perugia)
-

Marco Rizzo: «Leghisti, piddini e grillini pari sono: tutti servi del capitale»… Parola di comunista – di Orlando Trinchi
Marco Rizzo: «Leghisti, piddini e grillini pari sono: tutti servi del capitale»…...



Italia Blog | Contatti | Sitemap articoli

2013 Italia Blog - Tutti i diritti riservati