Cucina ultime news: insalata di mare!

CATANIA ore 11:31:00 del 15/08/2015 - Tipologia: Cucina - Cucina

Cucina ultime news: insalata di mare!

Cucina ultime news: insalata di mare!L'insalata di mare è un gustoso piatto di pesce fresco ideale da servire per una cena o un pranzo come antipasto o secondo piatto.

L'insalata di mare è un gustoso piatto di pesce fresco ideale da servire per una cena o un pranzo come antipasto o secondo piatto. Questa insalata viene preparata con cozze e vongole sgusciate, gustosi gamberi, calamari e polpo sbollentati in acqua salata con verdure e poi tagliati a tocchetti. Assaggiandola, assaporerete tutta la bontà del pesce fresco, il tutto condito con del buon olio d’oliva extravergine, limone e prezzemolo!

Ingredienti

Cozze 1 kg Vongole 1 kg Gamberi 500 g Polpo 700 g Calamari 400 g Carote 2 Sedano 2 coste Alloro 4 foglie Prezzemolo 3 rametti Aglio 1 spicchio Pepe rosa e nero in grani 3 g

PER CONDIRE

Limoni succo 40 g Olio di oliva extravergine 40 g Prezzemolo tritato 1 cucchiaio Sale a piacere Pepe a piacere

Preparazione

Insalata di mare

Per preparare l'insalata di mare incominciate con la pulizia del pesce, partendo dai gamberi: eliminate la testa (1) e la coda, poi con le dita togliete il carapace (2); incidete il dorso ed estraete l'intestino interno (il filamento nero) tirandolo delicatamente con la punta di un coltellino (3) (in alternativa potete utilizzare uno stuzzicadente).

Tenete da parte i gamberi e passate alle cozze e alle vongole. Sciacquate le cozze sotto acqua corrente (4); con il dorso della lama di un coltello eliminate tutte le incrostazioni e i cirripedi (parassiti che si formano sul guscio) e con un movimento energico staccate manualmente la barbetta (o bisso) che fuoriesce dalle valve (5) (per facilitare l'operazione è possibile impugnare il bisso con un canovaccio). Sempre sotto l’acqua fresca corrente e utilizzando una paglietta d'acciaio (oppure una spazzola rigida), sfregate energicamente le cozze per eliminare ogni impurità (6). Una volta pulite, mettete da parte.

Controllate che le vongole non contengano sabbia: picchiettatele una ad una su un tagliere dalla parte dell'apertura (7): se uscirà della sabbia scura significa che la vongola sarà piena di sabbia e sarà quindi da buttare. Eliminate anche quelle che presentano il guscio rotto. Poi ponete le vongole in un colapasta poggiato su una ciotola e sciacquatele più volte sotto acqua corrente (8): terminate quando nella ciotola non si vedrà più sabbia. Prendete i calamari, staccate la testa ed eliminate la cartilagine interna (9); sciacquateli sotto acqua corrente (10) ed eliminate la pelle e le pinne (11). Tagliate ad anelli i calamari (12) e tenete da parte.

Procedete dunque alla pulitura del polpo: sciacquatelo sotto acqua corrente (13), trasferitelo su uno strofinaccio pulito e asciutto e tamponatelo con carta da cucina. Mettetelo su un tagliere e con un coltello incidete la sacca all'altezza degli occhi per eliminarli (14); eliminate anche il becco (15), dopodiché frollate la carne battendo con un martelletto o un batticarne.

Sciacquate nuovamente il polpo sotto acqua corrente fredda ed estraete le interiora dalla sacca (16), lavandola poi accuratamente all'interno. Lavate e strofinate con le Mani testa e tentacoli per rimuovere il più possibile la patina che li ricopre. Tagliate a tocchetti grossolani il sedano e la carota (16), poi ponetele sul fuoco insieme alle foglie di alloro, di prezzemolo e il pepe in una pentola con abbondante acqua. Quando l'acqua avrà sfiorato il bollore, per arricciare le punte dei tentacoli del polpo, immergete i tentacoli nell'acqua bollente (18), poi fateli riemergere e proseguite così per 4-5 volte: in questo modo l’estetica delle preparazioni sarà più gradevole.

Quindi immergete nella pentola il polpo e fate cuocere a fuoco molto basso per 30-35 minuti (circa 20 minuti per ogni 500 g di polpo), coprendo con un coperchio (19). Mentre cuoce, con una schiumarola potete eliminate dall'acqua di cottura i residui e la schiuma che si creano in superficie. Prima di scolarlo, infilzate la carne con i rebbi di una forchetta per verificare la cottura: quando sarà pronto (20), scolatelo, conservando l’acqua di cottura, e ponetelo in una ciotola a raffreddare (21).

Nella stessa acqua di cottura del polpo fate bollire prima i calamari (22) per 10 minuti e poi i gamberi per 2-3 minuti (23). Quando saranno pronti, scolateli e fate raffreddare il tutto. Nel frattempo fate rosolare uno spicchio d’aglio con un filo di olio in una padella antiaderente. Quando l’aglio sarà ben dorato, versate le cozze (24) e le vongole (25) e cuocete coprendo con un coperchio, lasciando che si aprano spontaneamente (26): ci vorranno circa 5 minuti. Trascorso questo tempo, controllate tutte le cozze: quelle che non si saranno aperte andranno buttate. Spegnete il fuoco e scolatele. Separate le valve vuote delle vongole (27) e delle cozze da quella piene (28), conservandone qualcuna intera per la presentazione finale del piatto. Trasferite il polpo ormai freddo su un tagliere e tagliate i tentacoli a pezzetti della misura di 0,5 cm (29). In una ciotolina a parte preparate il condimento: versate il succo di limone, l’olio (30) e il prezzemolo tritato finemente (31), mescolando bene con le fruste per amalgamare tutti gli ingredienti. Ponete le cozze, le vongole, i gamberi, i calamari e il polpo tagliato a dadini in un recipiente e aggiungete il condimento che avete preparato (32), aggiustando di sale e di pepe. Mischiate con un cucchiaino perchè il condimento si distribuisca su tutto il pesce, infine potete servire e gustare la vostra insalata di mare, aggiungendo le vongole e le cozze intere che avete tenuto da parte (33).

Conservazione

Potete conservare l’insalata di mare in un contenitore ermetico o coperta con la pellicola trasparente per 2 giorni al massimo in frigorifero. Potete congelarla senza condimento solo se avete utilizzato ingredienti freschi.

Il consiglio

Volete rendere la vostra insalata di mare ancora più ricca e gustosa? Provate ad aggiungere anche gli scampi, i moscardini oppure le seppie: sentirete che bontà!

Scritto da Gerardo

NEWS PRINCIPALI
Come fare l'Insalata di nervetti
Come fare l'Insalata di nervetti

-

La vostra insalata di nervetti può diventare ancora più ricca con l’aggiunta di legumi cotti, come per esempio fagioli cannellini o borlotti.
  Non molto tempo fa, nelle osterie lombarde, si poteva gustare l’insalata di...

Crescia al formaggio: guida
Crescia al formaggio: guida

-

Per preparare la crescia al formaggio versate nella ciotola di una planetaria dotata di gancio la farina setacciata (1), il lievito di birra disidratato (2) e il miele (3).
    La crescia al formaggio è una ricetta tipica delle Marche e dell'Umbria...

Torta Savoia: guida
Torta Savoia: guida

-

La torta Savoia si conserva in frigorifero per 3 giorni al massimo.
  A prima vista potrete confonderla con la torta Sacher, ma leggendo bene...

Ravioli di pesce: guida
Ravioli di pesce: guida

-

Per realizzare i ravioli di pesce iniziate setacciando la farina in una ciotola (1); a parte rompete le 3 uova in un’altra ciotola così da evitare che eventuali pezzi di guscio finiscano nell’impasto.
  Natale sta per arrivare e con lui la corsa al piatto perfetto. Per la...

Come fare la Tagliata di tacchino con finocchi e melagrana
Come fare la Tagliata di tacchino con finocchi e melagrana

-

Dividetelo a metà quindi affettatelo finemente (13-14) poi trasferitelo in una ciotola per condire con 30 g d'olio (15), sale e pepe.
  Stasera a cena: petto di tacchino! Si preannuncia un pasto molto spartano,...



Italia Blog | Contatti | Sitemap articoli

2013 Italia Blog - Tutti i diritti riservati