Crisi: atteggiamento giusto sul posto di lavoro

ROVIGO ore 10:30:00 del 01/02/2015 - Tipologia: Denunce, Guide, Lavoro, Sociale

Crisi: atteggiamento giusto sul posto di lavoro

Crisi: atteggiamento giusto sul posto di lavoro | L’analisi di Italiano Sveglia.

Ogni mattina è dura, durissima. Solo l'idea di andare a lavorare in quel posto ti viene da star male.....è noioso, noiosissimo, orari assurdi, dire sottopagato è poco, ti impone una vita piena di privazioni anche nella tua vita privata senza parlare delle ripercussioni alla tua Salute mentale in quanto depresso. Ogni giorno milioni di persone attraversano quest’ansia e questo nervosismo da lavoro proprio perché non si trovano bene. Ecco come provare a risolvere le cose con un’attenta analisi di Italiano sveglia.

Quando ci si ritrova in queste situazioni (malessere al mattino quando bisogna andare al lavoro, tristezza cronica, ansia, inappetenza o fame nervosa) le scelte possibili sono solo due: o cambi lavoro o inizi a cambiare il tuo modo di vedere il tuo attuale lavoro. Cambiare lavoro vuol dire iniziarsi a guardare attorno e cercare qualcosa che soddisfi le ambizioni dell'individuo senza aver paura di mettersi in discussione e senza aver paura del cambiamento. Se non si ha la possibilità di cambiare lavoro la scelta è di iniziare ad amare il proprio lavoro...ma in molti casi, visto che la paga è bassa, risulta molto difficile.

Purtroppo la vita di oggi richiede anche enormi sacrifici, devi essere molto paziente perchè il lavoro manca e tanta gente forse vorrebbe pur di lavorare essere al tuo posto. Sopporta tutto infondo tu almeno un lavoro ce l'hai, sarà pericoloso, sottopagato , umiliante ma pur sempre un lavoro è. Certamente meglio un lavoro precario che nulla! Ma il lavoro precario dovrebbe essere esclusivamente per valutare se la persona è capace per poi essere assunta a tempo indeterminato come si faceva una volta!

Ciò non toglie il fatto che è vergognoso che in Italia nel 2015 ci siano ancora tanti operai trattati come schiavi e che ciò sia considerato normale. Purtroppo la colpa è dei politici e dei sindacati che per arricchirsi invece di difendere l'operario difendono sempre il padrone, ma purtroppo è anche pieno di operai che credono che i sindacati li difendono e non capiscono che invece un sindacato è sempre dalla parte dei padroni perchè se i sindacati aiutassero davvero l'operaio non avrebbero più senso di esistere. Pensate per esempio al cosiddetto "principio civile dell'integrazione degli Immigrati"... è indubbio che i politici di sinistra e i sindacati vogliono gli immigrati per tenere in stallo questa situazione!! 

Scritto da Gerardo

NEWS PRINCIPALI
Distribuiti volantini in Svezia: 'SIATE PRONTI ALLA GUERRA'!
Distribuiti volantini in Svezia: 'SIATE PRONTI ALLA GUERRA'!

-

Il governo svedese ha iniziato ad inviare a tutte le 4,8 milioni di famiglie del paese un opuscolo per informare la popolazione, per la prima volta in oltre mezzo secolo, su cosa fare in caso di guerra.
Il governo svedese ha iniziato ad inviare a tutte le 4,8 milioni di famiglie del...

Scie chimiche: guerra climatica ormai realta'
Scie chimiche: guerra climatica ormai realta'

-

La frequenza delle scie nei nostri cieli (scie di varie forme, dimensioni e colori) si è intensificata. Molti ormai le chiamano “scie chimiche”, ma l’ufficialità continua a negare la loro esistenza.
La frequenza delle scie nei nostri cieli (scie di varie forme, dimensioni e...

Elezioni pilotate dagli USA: compresa l'Italia!
Elezioni pilotate dagli USA: compresa l'Italia!

-

Il governo americano, benché accusi la Russia di brogli per la nomina del neopresidente Trump, tramerebbe da anni nell’ombra pilotando le elezioni di altri Stati esteri.
Il governo americano, benché accusi la Russia di brogli per la nomina del...

Svezia accogliente? 85% di stupri commessi da IMMIGRATI
Svezia accogliente? 85% di stupri commessi da IMMIGRATI

-

L'85% degli abusi, in particolare la violenza sessuale di gruppo, da quelle parti sono perpetrati da immigrati. Le statistiche ufficiali non riportano la nazionalità dei responsabili, per non suscitare rigetti xenofobi
La Svezia, da sempre patria del sesso libero, ha un problema. No, questa volta...

Ecco le tasse che Giuseppe Conte dimentico' di pagare
Ecco le tasse che Giuseppe Conte dimentico' di pagare

-

Ecco le tasse che Giuseppe Conte dimentico' di pagare Circa 17 mila euro di Iva non pagata e omesse ritenute, 18 mila euro di mancati versamenti Irpef-Irap e Iva, oltre 6 mila euro dovuti e non versati alla Cassa nazionale di previdenza forense, più qual
Circa 17 mila euro di Iva non pagata e omesse ritenute, 18 mila euro di mancati...



Italia Blog | Contatti | Sitemap articoli

2013 Italia Blog - Tutti i diritti riservati