Cracker di farro, come fare

(Napoli)ore 08:39:00 del 10/05/2018 - Tipologia: , Cucina

Cracker di farro, come fare

Se preferite, potete sostituire la farina di farro con la farina integrale e aromatizzare ulteriormente i vostri cracker aggiungendo all’impasto della curcuma o del curry in polvere!.

Ogni tanto qui in redazione ci divertiamo a creare snack sfiziosi con ingredienti alternativi per attacchi di fame fuori orario: dopo i taralli zenzero e curcuma, che uniscono la tradizione all’innovazione, e i crackers al teff, ideali per chi segue una dieta senza glutine, oggi vi stuzzicheremo l’appetito con dei deliziosi cracker di farro!

Particolarmente saporiti grazie al croccante mix di semi con cui vengono cosparsi in superficie, i cracker di farro vi conquisteranno con la loro fragranza e semplicità, dovuta all’utilizzo di ingredienti genuini e ricchi di fibre.

Abbastanza piccoli per essere mangiati in un sol boccone, sono lo spuntino ideale per studenti e lavoratori da sgranocchiare a metà mattina o a metà pomeriggio… c’è solo una controindicazione: sono così buoni che non riuscirete a fermarvi!

Ingredienti per circa 40 cracker

   Farina di farro 250 g

   Vino bianco secco 80 g

   Olio extravergine d'oliva 50 g

   Burro freddo di frigo 25 g

   Timo 3 rametti

   Sale fino 6 g

per spennellare e condire

   Acqua q.b.

   Sale grosso (facoltativo) 8 g

   Semi di papavero 5 g

   Semi di girasole 5 g

   Semi di lino 5 g

Come preparare i Cracker di farro

Per preparare i cracker di farro, iniziate versando la farina di farro in una ciotola capiente, aggiungete il sale fino (1) e le foglioline di timo fresco (2) e mescolate bene. Unite il burro (3)e amalgamatelo al composto di farina sbriciolandolo con le mani (4), poi versate il vino bianco (5) e l’olio d’oliva (6) e continuate a lavorare il composto con le mani.

Quando l’impasto sarà bello compatto, trasferitelo su un piano di lavoro leggermente infarinato (7) e stendetelo con un mattarello fino ad ottenere una sfoglia di 28x24 cm dello spessore di circa 4-5 mm. Bucherellate l’impasto con l’apposito rullo bucasfoglia (8) altrimenti con i rebbi di una forchetta, poi dividetelo in quadratini di circa 4 cm di lato utilizzando una rotella tagliapasta dentellata (9): in tutto dovreste ottenere circa 38 cracker.

A questo punto unite in una ciotolina i semi di papavero, il sale grosso (se preferite potete ometterlo oppure ridurre le dosi) (10), i semi di girasole (11) e i semi di lino (12) e mescolate con un cucchiaino.

Trasferite i quadratini di sfoglia su una leccarda foderata con carta forno e spennellateli con poca acqua (13), poi cospargete la superficie con il mix di semi e sale grosso, premendo delicatamente con le mani per farlo aderire (14). Cuocete in forno statico preriscaldato a 170° per circa 25 minuti, nel ripiano di mezzo del forno. Una volta cotti lasciateli raffreddare, dopodiché i vostri cracker di farro saranno pronti per essere sgranocchiati (15)!

Conservazione

I cracker di farro al vino si possono conservare a temperatura ambiente, all’interno di un barattolo, per circa una settimana. Si possono congelare da cotti, una volta fatti raffreddare completamente.

Consiglio

Se preferite, potete sostituire la farina di farro con la farina integrale e aromatizzare ulteriormente i vostri cracker aggiungendo all’impasto della curcuma o del curry in polvere!

Scritto da Carla

NEWS PRINCIPALI
Cartocci di pizza, come fare
Cartocci di pizza, come fare
(Napoli)
-

Siamo sicuri che ai vostri aperitivi in casa faranno furore questi buonissimi cartocci di pizza, ricordatevi solo di variare i gusti per accontentare tutti!
Quante volte avete ordinato la pizza perché troppo stanchi per cucinare? Con la...

Pasta panna e asparagi, come fare
Pasta panna e asparagi, come fare
(Napoli)
-

Lavate e togliete la parte dura del gambo degli asparagi. Per farlo basta piegarli in due e si spezzano naturalmente nel punto giusto.
Approfittiamo di uno degli ortaggi di stagione più versatili in cucina, per un...

Ecco l'OLIO piu' salutare anche ad alte temperature
Ecco l'OLIO piu' salutare anche ad alte temperature
(Napoli)
-

L'olio extravergine di oliva usato in cottura o per friggere è salutare o no? Alcuni ricercatori australiani ne sono convinti: questo tipo di olio è il più sicuro e il più stabile anche se utilizzato a temperature elevate, dissipando il mito comune sulla
L'olio extravergine di oliva usato in cottura o per friggere è salutare o no?...

Come fare le Uova ripiene
Come fare le Uova ripiene
(Napoli)
-

Le uova ripiene sono un’ottima ricetta svuotafrigo, quindi potete variare tranquillamente gli ingredienti con ciò che avete a disposizione: l’importante è che siano tagliati a cubetti molto piccoli!
Pensate che le uova sode siano tremendamente noiose? Allora vuol dire che non...

Polpettone alla ligure, come fare
Polpettone alla ligure, come fare
(Napoli)
-

Il polpettone alla ligure si conserva da cotto per 2 giorni in frigo. E’ possibile congelarlo dopo la cottura.
Se andate in Liguria potrete assaggiare moltissimi manicaretti tradizionali:...



Italia Blog | Contatti | Sitemap articoli

2013 Italia Blog - Tutti i diritti riservati