Condannato ad 1 anno e 4 mesi per aver rubato 1 pezzo di formaggio - VERGOGNA

(Palermo)ore 07:17:00 del 26/06/2017 - Tipologia: , Cronaca, Denunce

Condannato ad 1 anno e 4 mesi per aver rubato 1 pezzo di formaggio - VERGOGNA

Dovevi dichiararti rom, non ti sarebbe successo niente. A parte gli scherzi la condanna non è per tanto per il furto quanto per l'aggressione a gomitate, che da noi è legale solo se fatta durante una manifestazione della sinistra..

Dovevi dichiararti rom, non ti sarebbe successo niente. A parte gli scherzi la condanna non è per tanto per il furto quanto per l'aggressione a gomitate, che da noi è legale solo se fatta durante una manifestazione della sinistra.

La condanna sarebbe anche giusta se solo però venisse applicata a tutti sempre e comunque. Invece drogati, pedofili, cannibali, assassini, terroristi, ladri di ogni tipo vengono liberati e premiati da questi magistrati e giudici comunisti mafiosi. Se questo fosse stato islamico non lo avrebbero mai condannato, gli avrebbero regalato tutto il supermercato obbligando i proprietari ad elargire il bottino e gli avrebbero anche dato una bella cintura esplosiva omaggio con cui farsi esplodere per eliminare gli infedeli .. perchè per questi magistrati drogati mafiosi un islamico terrorista è un grande partigiano comunista..ehh!

Un anno e quattro mesi di carcere. Motivo? Ha rubato un pezzo di formaggio al supermercato.

È questa la condanna inflitta dal giudice nei confronti del 45enne Maurizio Polizzotto. Come riporta il Giornale di Sicilia, l'uomo l'8 luglio scorso è stato beccato con la refurtiva in un supermercato di Mondello. Una volta scoperto ha reagito sferrando una gomitata alla cassiera. Polizzotto è stato condannato anche a pagare 400 euro di multa.

Il Gup Nicola Aiello ha deciso, come riporta il Giornale di Sicilia, che “Polizzotto quel pezzo di formaggio l’avrebbe rubato, prelevandolo da uno scaffale e nascondendolo poi sotto la maglia. Passando dalla cassa, ma senza pagare".

Diversa la versione dell'imputato: "Alla cassa, per pagare avevo lasciato mio figlio". Vittorio Sgarbi ha commentato l'accaduto dal suo profilo Facebook: "In Italia è più rischioso rubare una mozzarella che saccheggiare una banca".

Scritto da Gregorio

NEWS PRINCIPALI
Giudici e professori salvati: FINTO taglio agli assegni d'oro
Giudici e professori salvati: FINTO taglio agli assegni d'oro
(Palermo)
-

Il ricalcolo contributivo avvantaggerà le categorie che si ritirano dal lavoro più tardi e con salari elevati
L'esperto di materia previdenziale Giuliano Cazzola lo aveva già spiegato sul...

5G  collegato a problemi di salute
5G collegato a problemi di salute
(Palermo)
-

La tecnologia di quinta generazione per le reti mobili, nota come 5G, è destinata a fare il suo debutto, quest'estate a Sacramento, CA - ma le velocità di connessione più veloci non sono le sole caratteristiche conosciute di questa nuova tecnologi
La tecnologia di quinta generazione per le reti mobili, nota come 5G, è...

Radar militari della NATO che uccidono gli italiani
Radar militari della NATO che uccidono gli italiani
(Palermo)
-

Siamo assediati da nemici invisibili e silenziosi:i potenti radar militari della NATO che uccidono lentamente con i loro impulsi a microonde.
“Aiutateci a non morire. Siamo assediati da un nemico invisibile e silenzioso:...

La Francia si MANGIA l'Africa: il bilancio dell'ORRORE
La Francia si MANGIA l'Africa: il bilancio dell'ORRORE
(Palermo)
-

Sapevate che molti paesi africani continuano a pagare una tassa coloniale alla Francia dalla loro indipendenza fino ad oggi?
Sapevate che molti paesi africani continuano a pagare una tassa coloniale alla...

Cognato di Renzi e fratelli: indagine rischia lo STOP
Cognato di Renzi e fratelli: indagine rischia lo STOP
(Palermo)
-

“A causa della riforma Orlando, buona parte” dell’indagine della Procura di Firenze sul cognato di Renzi, Andrea Conticini, sposato con sua sorella Matilde, e i fratelli Alessandro e Luca “con l’accusa di riciclaggio rischia di diventare carta straccia“.
“A causa della riforma Orlando, buona parte” dell’indagine della Procura di...



Italia Blog | Contatti | Sitemap articoli

2013 Italia Blog - Tutti i diritti riservati