Bolzano notizie: torna in città un albanese per i figli. Ricercato arrestato

BOLZANO ore 11:38:00 del 14/01/2015 - Tipologia: Cronaca

Bolzano notizie: torna in città un albanese per i figli. Ricercato arrestato

Bolzano notizie: torna in città un albanese per i figli. Ricercato arrestato | L’analisi di Italiano Sveglia.

Al cuor non si comanda, ed è la pura verità. Puoi essere anche il peggior latitante sulla faccia della terra, ma se hai moglie e figli in pericolo o da un’altra parte, farai di tutto per raggiungerli e per proteggerli. Ecco l’accaduto di Bolzano.

 Era riuscito ad evitare la cattura fuggendo rapidamente in Albania lasciando in Italia un paio di figli ed altri parenti. Proprio la necessità di rivedere i figli ha tradito l’uomo che, pur sapendo che non avrebbe potuto far ritorno nel nostro Paese, contava sul fatto di non essere individuato pensando di ritornare in Albania dopo qualche giorno. In realtà i controlli delle forze dell’ordine sono stati efficaci e l’uomo, una volta giunto a Bolzano, è stato arrestato dopo poche ore. Ieri mattina l’albanese è comparso davanti al giudice Walter Pelino ma ha preferito non aprire bocca. L’indagato si è avvalso della facoltà di non rispondere così come gli aveva consigliato il suo avvocato. L’obiettivo è quello di prendere visione degli atti del procedimento che risale ad un paio di anni fa.

L’uomo infatti era stato individuato dalle forse dell’ordine come probabile responsabile di una serie di furti messi a segno in Alto Adige ed in particolare nella zona di Bolzano. Si tratta, più precisamente, di sei colpi che l’uomo avrebbe messo a segno nell’arco di circa un mese, tra la fine del 2012 e la fine di gennaio dell’anno successivo. Si tratta di colpi messi a segno soprattutto in negozi di abbigliamento. Proprio a seguito della reiterazione dei reati, fu l’allora giudice delle indagini preliminari Carlo Busato ad accogliere la richiesta della Procura firmando un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. L’albanese in questione capì però in tempo che avrebbe rischiato di finire dietro le sbarre e riuscì a lasciare l’Italia prima che le forze dell’ordine riuscissero ad eseguire l’ordinanza di custodia cautelare. L’arresto è scattato ora ma l’indagato potrebbe tornare presto in libertà posto che rischia una pena inferiore ai 4 anni.

Scritto da Gerardo

NEWS PRINCIPALI
Propagare virus per alimentare il business dei vaccini: L'INCHIESTA SHOCK
Propagare virus per alimentare il business dei vaccini: L'INCHIESTA SHOCK

-

L’Italia sembra uno snodo fondamentale del traffico di virus. L’indagine è stata aperta dalle autorità americane e portata avanti dai carabinieri del Nas.
L’Italia sembra uno snodo fondamentale del traffico di virus. L’indagine è stata...



-


Seggi aperti dalle 8 alle 20 oggi a Roma, dove si votano i due quesiti del...

Migranti: con il taglio dei 35 euro ADDIO ACCOGLIENZA!
Migranti: con il taglio dei 35 euro ADDIO ACCOGLIENZA!

-

Stop ai corsi di italiano e alla formazione professionale. Non solo: via gli psicologi, ridotta al minimo la presenza di assistenti sociali, operatori culturali, medici e infermieri
Ogni ospite vedrà il medico per massimo 4 ore l’anno. L’infermiere, invece, non...

Roma: sindaca Raggi condannata per falso
Roma: sindaca Raggi condannata per falso

-

Una “pena minima” per un processo pesantissimo dal punto di vista politico, che alla luce del regolamento interno al M5S potrebbe mettere a rischio la permanenza stessa della sindaca di Roma alla guida del Campidoglio.
“Il senso deve essere quello di condurre tutti i processi allo stesso modo. E...

Unicef: ogni 3 euro che doni, 2 vanno a una societa' privata!
Unicef: ogni 3 euro che doni, 2 vanno a una societa' privata!

-

Unicef: se doni 3 euro, 2 vanno a una società privata. Ma per il fondo per l’infanzia va bene così L’affare Play Therapy Africa – Scoperta dei pm di Firenze nell’inchiesta sui Conticini. Ma il Fondo per l’infanzia ha deciso che va bene così
Su dieci milioni di donazioni versate ad associazioni umanitarie per aiutare i...



Italia Blog | Contatti | Sitemap articoli

2013 Italia Blog - Tutti i diritti riservati