Assassin's Creed Origins The Hidden Ones, cosa sapere

(Genova)ore 20:22:00 del 29/01/2018 - Tipologia: , Videogames

Assassin's Creed Origins The Hidden Ones, cosa sapere

Non mancheranno quindi nuove sidequest, sempre curate e varie, nuove città pullulanti di quotidianità, nuovi insediamenti romani, nuovi cacciatori di teste dai quali fuggire o da inseguire..

Noi siamo gli Occulti

La storia riprende 4 anni dopo l'epilogo delle vicende che vedono Bayek e Aya completare il loro percorso di vendetta.

Il loro figlio Khemu ora può camminare nel campo dei Giunchi. Mentre queste azioni liberano dal tormento Bayek, smuovono in Aya una presa di coscienza tale da spingerla a lasciare alle spalle il passato e dedicarsi ad una causa superiore. Spogliandosi di tutti i suoi titoli, di padre, marito e medjay, Bayek segue la sua amata in questo nuovo sentiero di predestinazione. Nascono così gli Occulti, proto-confraternita precursore della setta degli Assassini. I due si separano: Bayek fonderà la sua base a Menfi e Aya, che ora prende il nome di Amunet, si insedierà a Roma, scalzando Giulio Cesare dal suo ruolo tirannico e gettando la capitale del mondo nel caos.

Gli echi dell'instabilità, si mescoleranno col vento, arrivando fino all'Egitto: Rufio, un comandante fedele a Cesare, è giunto nella penisola del Sinai per continuare un processo di conquista romana iniziato dall'Imperator. La notizia giungerà fino a Bayek che, invocato dalla sua amica Tahira, si imbarcherà verso oriente. L'Ordine degli Antichi è ancora un pericolo.

Nuovi orizzonti, nuove battaglie

Il nuovo contenuto consolida la bontà del gameplay e delle features che hanno reso Origins uno dei capitoli più amati della serie. I panorami mozzafiato del Sinai lasciano spazio a terreni più impervi, dominati da vette rocciose e puntellati da oasi rigogliose.

Non mancheranno quindi nuove sidequest, sempre curate e varie, nuove città pullulanti di quotidianità, nuovi insediamenti romani, nuovi cacciatori di teste dai quali fuggire o da inseguire. Il DLC porta con sé anche inediti livelli di potenziamento, set di armi e cavalcature, e un contatore di punti esperienza cumulabile che sposta il tetto massimo al livello 45. Quest'ultimo particolare comporta un adeguato bilanciamento della difficoltà che, se supportato dall'opzione di autolevel dei nemici, scongiura definitivamente il pericolo di dominare incontrastati gli scontri come accadeva nei precedenti capitoli. La sfida è garantita inoltre dalla coerenza del contesto, che vede la penisola del Sinai letteralmente invasa dalle truppe romane. Avamposti e insediamenti, specialmente se settate l'esperienza alle difficoltà più alte, richiederanno l'utilizzo di un approccio furtivo, soluzione caldamente raccomandata, se non si vuole perire sotto una pioggia di frecce e di assalti di gruppo.

Vi attende dunque una terra inospitale, flagellata da schiavitù e massacri. Per porre fine a questi venti di morte gli Occulti decidono di stanare Rufio eliminando i suoi luogotenenti, ognuno dei quali richiederà strategie differenti per essere raggiunto: c'è infatti chi si traveste come i suoi comandanti, chi si nasconde nelle profondità della propria fortezza. Blandi stratagemmi che rimandano soltanto la loro fine, inevitabilmente scritta sul filo di una lama celata.

Ti racconterò di Bayek, leggendaria Ombra Omicida

Sebbene i nemici continuino a non godere dell'adeguata caratterizzazione, la narrazione in The Hidden Ones scorre, coerente e funzionale, offrendo una continuità eccellente con le vicende di Origins. Nessuno dei sentimenti provati con l'epopea principale di Bayek viene a mancare. L'attenzione dedicata al suo personaggio e alla realtà che lo circonda sopperisce ad ogni altra mancanza.

Vi troverete tra le mani un contenuto che amplierà ulteriormente la mitologia Assassina: The Hidden Ones infatti racconta delle prime vicissitudini come difensori irriducibili del libero arbitrio, causa che richiede di abbandonare ogni altra prospettiva. Sarà dunque il momento in cui gli Occulti capiranno che chiunque, se ritenuto una minaccia alla causa, può cadere vittima della loro lama. Ci sarà inoltre il ritorno di visi noti, ed assisteremo al consolidamento del Credo, il quale, da ora in poi, non vi farà vedere più gli altri Assassini come prima: ognuno di loro infatti avrà sempre con sé un po' di Bayek, Ombra Omicida, nemico giurato dell'Ordine degli Antichi.

Da: QUI

Scritto da Carmine

NEWS PRINCIPALI
Call of Duty Black Ops 4, provato
Call of Duty Black Ops 4, provato
(Genova)
-

Passiamo al lato putrescente del gioco, nel senso stretto del termine, ovvero la modalità Zombie. Amata da una grandissima quantità di pubblico, per la sua natura marcescentemente spettacolare, per la sua base cooperativa e per l’intrinseca follia delle s
Activision ha presentato a Los Angeles Call of Duty: Black Ops 4, il...

Wild West Online, guida passo passo
Wild West Online, guida passo passo
(Genova)
-

La vera ciliegina sulla torta è il trailer d’annuncio presente su Youtube, a cui sono stati chissà perché disattivati i commenti, dove fioccano i pollici in giù e, rullo di tamburi, nella descrizione campeggia la copertina proprio del primo Red Dead Redem
Signori e signore, Wild West Online è ufficialmente il Quattro carogne a...

Videogames: The Crew 2
Videogames: The Crew 2
(Genova)
-

L’idea di ricreare in formato ridotto, ma pur sempre verosimile, l’intera mappa degli Stati Uniti d’America e metterla a disposizione di un gioco mastodontico, piacque fin da subito a pubblico e critica, che accrebbero le proprie attese nei confronti di q
The Crew fu tentativo da parte di Ubisoft di evolvere il concetto di open-world...

Destiny 2 La Mente Bellica, guida
Destiny 2 La Mente Bellica, guida
(Genova)
-

Il Protocollo d’Intensificazione, questo il nome dell’attività, è ad oggi la migliore presente in Destiny 2: nella sua semplicità di base infatti racchiude un insieme di meccaniche e una difficoltà di completamento davvero proibitiva se non affrontata con
Destiny 2 non sta affrontando un momento bellissimo: lo spopolamento dei server...

Wulverblade, guida
Wulverblade, guida
(Genova)
-

Wulverblade è infatti un brawler conservatore, uno di quelli che più classici non si può: dalle meccaniche di gioco, al campionario di eroi messi a disposizione, non c'è molto che lasci stupiti; ma il contesto storico in cui è immerso, insieme alla storia
Da genere di culto a genere in via di estinzione o a esclusivo appannaggio degli...



Italia Blog | Contatti | Sitemap articoli

2013 Italia Blog - Tutti i diritti riservati