GORIZIA ore 17:38:00 del 27/02/2015 - Tipologia: Curiosità, Denunce, Esteri

.

Per la Siria erano però partite solo le due giovani ragazze, forti a quanto pare di contatti locali e desiderose di poter portare personalmente gli aiuti ai loro amici ribelli. Tra il 31 Luglio e il 1 Agosto, l’improvviso rapimento. Anche se non ne è ancora del tutto chiara la dinamica, quello che è certo è che il fuoco è del tutto amico. Non il cattivo Assad né i suoi pretoriani, ma gli alleati dei loro referenti in Siria, quei ribelli che, nella fantasia di Greta, Vanessa e molti altri, avrebbero dovuto consegnare alla Siria un democratico e illuminato destino. Eccole quindi comparire oggi, in un video girato forse il 17 Dicembre, vestite con una lunga tunica nera (abaya) in un video diffuso su youtube.

E’ Greta a parlare, mentre Vanessa porta al collo un cartello con la data del 17 Dicembre “Supplichiamo il nostro governo e i suoi mediatori di riportarci a casa prima di Natale. Siamo in estremo pericolo e potremmo essere uccise. Il governo e i suoi mediatori sono responsabili delle nostre vite”. Le ragazze appaiono stanche e provate, e, come accaduto per altri video di prigionieri, le frasi pronunciate sono probabilmente suggerite dai loro carcerieri. Secondo Andrea Margelletti, presidente del Centro Studi Internazionali, “le ragazze sarebbero in mano ad Al Qaeda e non all’Is”, e questo – bontà sua – sarebbe un bene. Sempre che sia così, esiste davvero una classifica di preferibilità tra i tagliagole integralisti foraggiati da parte dell’Occidente e che hanno seminato terrore e morte in parte della Siria e del mondo arabo? Era questa, Greta e Vanessa, la Siria libera e progressista che anelavate?

Erano partite a luglio per la Siria, nel quadro di una missione per la onlus creata da loro stesse, Horryaty, che aveva la finalità di portare assistenza medica nelle zone controllate dai ribelli in Siria. Il colpo di fulmine di Greta e Vanessa per la causa anti-assadista era scoppiato, a quanto raccontano i familiari, nel corso di una Manifestazione pro-ribelli in Italia. Da lì la conoscenza col loro socio in “umanitarismo”, Roberto Andervill, 46nne laureato all’università della vita, come dichiara nel suo profilo Facebook, con una passione per le primavere arabe e presidente della stessa Horryaty.

Scritto da Gerardo

NEWS PRINCIPALI
Rc auto: un lusso per gli italiani, soprattutto al Sud
Rc auto: un lusso per gli italiani, soprattutto al Sud

-

Le Rc auto dei neopatentati sono ormai un vero e proprio lusso, in particolare al Sud, ove possono toccare i 6700 euro, come dimostrano i dati forniti dall'osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva
Le Rc auto dei neopatentati sono ormai un vero e proprio lusso, in particolare...

Virus creati in laboratorio per il 'bene' delle case farmaceutiche
Virus creati in laboratorio per il 'bene' delle case farmaceutiche

-

Da sempre i laboratori di tutto il mondo sono impegnati nella ricerca di virus.A che scopo?Diffonderli tra la popolazione per poi vendere farmaci e vaccini per il “bene” delle case farmaceutiche che lucrano sulla salute degli esseri umani.
Da sempre i laboratori di tutto il mondo sono impegnati nella ricerca di virus.A...

Da stagista sottopagato a SGOBBATORE PROFESSIONISTA: la carriera degli italiani medi
Da stagista sottopagato a SGOBBATORE PROFESSIONISTA: la carriera degli italiani medi

-

Questo mondo è una farsa, una grande messinscena e tutto è studiato fin nel più piccolo dettaglio per farci credere che siamo fortunati a vivere come viviamo.
Questo mondo è una farsa, una grande messinscena e tutto è studiato fin nel più...

Il potere ha paura della SPIRITUALITA', la fede rende un popolo piU' coraggioso e meno manipolabile
Il potere ha paura della SPIRITUALITA', la fede rende un popolo piU' coraggioso e meno manipolabile

-

La spiritualità mette in crisi il sistema basato sul dominio, per questo è stata così accanitamente combattuta, anche dalla religione stessa….
Oppio dei popoli? Sì, quando la religione “perde l’anima” e si trasforma in...

Mandorle, lo snack perfetto per chi soffre di diabete e cattivo colesterolo
Mandorle, lo snack perfetto per chi soffre di diabete e cattivo colesterolo

-

Fonte di vitamine e sali minerali, di proteine vegetali, di fibre e di calcio: le mandorle, come un po’ tutta la frutta secca, sono un alimento utilissimo al nostro organismo.
Fonte di vitamine e sali minerali, di proteine vegetali, di fibre e di calcio:...



Italia Blog | Contatti | Sitemap articoli

2013 Italia Blog - Tutti i diritti riservati