AVELLINO ore 08:04:00 del 26/03/2016 - Tipologia: Calcio - Napoli

.

NAPOLI - Un gruppo forte. E sano. Perché il Napoli scoppia di salute e può guardare tutti dall'alto nella speciale classifica degli infortunati. Nessuna squadra può vantare il record degli azzurri in serie A che, in trenta giornate di campionato, hanno registrato soltanto sei indisponibili - gli scongiuri dei tifosi, ovviamente, sono ammessi -  che poi diventano quattro se si considera che Grassi si è fatto male al primo allenamento a Castel Volturno, mentre Gabbiadini ha alzato bandiera bianca per un problema alla caviglia durante Italia-RoMania. I dati profumano d'orgoglio e rappresentano uno dei segreti di un Napoli ancora in corsa per lo scudetto. La ricetta è semplice: lavoro, lavoro, lavoro. Ogni dettaglio è curato personalmente dal responsabile dello staff sanitario, Alfonso De Nicola. La sinergia con Sarri è totale e fa rima con un Napoli che ha l'infermeria quasi sempre vuota. Stesso discorso con i due preparatori atletici Sinatti, arrivato da Empoli assieme all'allenatore, e Saccone, che è al Napoli da più di sette anni. La compattezza è fondamentale e non tralascia alcun aspetto. L'unione, in questo caso, fa i muscoli d'acciaio. La prevenzione, ad esempio, è uno degli aspetti che può fare la differenza ed è uno dei cavalli di battaglia di De Nicola, uno dei primi ad utilizzare già negli anni novanta - Donadoni e Costacurta lo sanno bene - le tecniche posturali. E così i giocatori sono curati e coccolati sui lettini sia prima che dopo gli allenamenti. Pepe Reina è l'esempio più lampante: durante l'esperienza al Bayern Monaco si è fermato spesso per noie al polpaccio che il Napoli ha completamente risolto con trattamenti personalizzati. Il dottor Enrico D'Andrea, i fisioterapisti Giovanni D'Avino, Marco Romano, Fabio Sannino e Marco Di Lullo si occupano dei campioni del Napoli con dedizione e senza mai risparmiarsi.

Non capiamo perche' i tifosi del Napoli insistano a parlare di sportivita' con chi e' andato in serie B per illecito e frode sportiva. L'unica condanna del Napoli per illecito risale al 1946 (il campionato dopo l'ultima guerra) quando fu penalizzato di 5 punti dopo essere retrocesso in serie B sul campo e per aver provato a comprarsi l'ultima partita. Figuriamoci!   Ma stiamo cosi bene cosi,  dover pensare come "comprare" i vari Rizzoli , Tagliavento , ah dimenticavamo Mazzoleni da Pechino . Gli possiamo offrire il panorama da Posillipo e se poi gli venisse voglia di fischiarci un rigore a favore: grazie assai !

L'orologio diventa un optional: spesso si torna a casa a tarda serata pur di garantire la piena efficienza del gruppo che viene seguito anche a 'tavola'. Il dottor Raffaele Canonico cura regimi alimentari personalizzati, consigli da seguire per la piena efficienza fisica. E così anche la 'bilancia' è contenta. Il fiore all'occhiello, comunque, è lo studio del dna, realizzato in collaborazione con il professor Antonio Giordano, direttore dello Sbarro Institute di Philadelphia, e con la Temple University. Sono state raccolte informazioni genetica di 40 elementi, tra prima squadra e formazione primavera, in modo da avere un bagaglio infinito di informazioni da sfruttare in ambito calcistico. L'obiettivo è individuare eventuali punti deboli degli atleti e ovviamente prevenire gli stop muscolari. "Abbiamo provveduto - ha spiegato in più di una circostanza De Nicola - all'identificazione di un profilo che è necessario per chi pratica l'attività agonistica". Mens sana in corpore sano. Così il Napoli corre e mette alle corde gli avversari.

Nessuna squadra vanta lo stesso record di quella di Sarri: gli azzurri hanno registrato solo sei indisponibili in trenta giornate, ma è un primato che va avanti da anni. L'equipe coordinata dal professor De Nicola cura ogni dettaglio

Scritto da Gerardo

NEWS PRINCIPALI
Razzismo negli stadi? IMPUNITO, alla Lega Calcio NON INTERESSA
Razzismo negli stadi? IMPUNITO, alla Lega Calcio NON INTERESSA

-

Ora è ufficiale: il Giudice Sportivo ha emesso la sua sentenza sui cori discriminatori di Sampdoria-Napoli. E si tratta di una decisione che non possiamo che definire ridicola: 20mila euro di multa al club blucerchiato.
Ora è ufficiale: il Giudice Sportivo ha emesso la sua sentenza sui cori...

Speriamo in una BELLA e SANA squalifica per BUFFON!
Speriamo in una BELLA e SANA squalifica per BUFFON!

-

Esistono due regolamenti: quello italiano dove la Juve regna sovrana e quello extra Italia dove il rigore era nettissimo. Fine della storia.
Esistono due regolamenti: quello italiano dove la Juve regna sovrana e quello...

Dopo il DISASTRO MONDIALI, cosa stanno facendo per RILANCIARE IL CALCIO ITALIANO?
Dopo il DISASTRO MONDIALI, cosa stanno facendo per RILANCIARE IL CALCIO ITALIANO?

-

Il ricambio si è fermato. Ora si cerca di correre ai ripari. Con 200 centri federali e 1200 istruttori. Ma per i nuovi vivai serviranno anni
Il calcio italiano è morto il 9 luglio del 2006, all’Olympiastadion di Berlino....

Effetto SCANSUOLO? Ecco i rapporti tra JUVE e i vertici del SASSUOLO
Effetto SCANSUOLO? Ecco i rapporti tra JUVE e i vertici del SASSUOLO

-

A pensar male, nel pallone italiano, si racconta la carriera di Giovanni Carnevali, proprietario di quattro aziende di marketing sportivo e direttore generale del Sassuolo di Giorgio Squinzi.
Carnevali è tante cose, tante facce, tante poltrone. E un legame solido con...

7ettimo titolo per la Juventus: ma c'e' qualcosa che NON QUADRA
7ettimo titolo per la Juventus: ma c'e' qualcosa che NON QUADRA

-

Del resto, negli ultimi anni l’intreccio tra l’AIA e i Palazzi del potere calcistico è tornato a essere nuovamente “pericoloso”. Al punto che gli arbitri hanno addirittura ottenuto un componente con diritto di voto nel Consiglio federale.
La Juventus si appresta a vincere il settimo titolo consecutivo. Un filotto che,...



Italia Blog | Contatti | Sitemap articoli

2013 Italia Blog - Tutti i diritti riservati